Iscriviti alla newsletter

Apertura della biglietteria per il Macerata Opera Festival 2020

Si aprono le vendite per l’edizione 2020 con Tosca, Don Giovanni e Il trovatore
Prezzi invariati e mini abbonamenti on line e in biglietteria

A qualche giorno dalla presentazione delle produzioni e dei cast #biancocoraggio 2020 e in coincidenza con il TTG Travel Experience 2019 di Rimini – considerata la manifestazione di riferimento per la promozione del turismo in Italia e per la commercializzazione dell’offerta turistica italiana nel mondo – il Macerata Opera Festival apre la vendita on line e in città dei biglietti per le tre le opere in programma la prossima estate: ToscaDon Giovanni e Il trovatore.
Sono già oltre 2.000 le prenotazioni dei gruppi giunte dopo la chiusura del festival 2019, da gruppi provenienti in particolare da Nord Europa, Germania, Svizzera, Austria, Gran Bretagna e Italia; la quantità è in linea con la situazione dello scorso anno, mentre l’importo è passato da circa 150mila euro a circa 180mila euro, con un aumento del 20%.
Già in movimento tutto il programma di promozione internazionale dello Sferisterio, che sarà presente alle più importanti fiere di settore, sul web e in incontri tematici in Italia e all’estero.

La 56a edizione del festival maceratese si aprirà quindi con una nuova produzione del capolavoro di Giacomo Puccini Tosca (17 e 26 luglio, 1 e 7 agosto) affidata alla regista argentina Valentina Carrasco, cresciuta collaborando con la Fura dels Baus e autrice di numerosi spettacoli, fra cui Carmen a Caracalla e Les vêpres siciliennes, prossima attesa inaugurazione del Teatro dell’Opera di Roma. Sul podio dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana, come sempre impegnata in tutte le produzioni, salirà il direttore musicale del festival, Francesco Lanzillotta. Secondo titolo in programma Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart (18 e 24 luglio, 2 e 8 agosto) con la direzione di Diego Fasolis, specialista del repertorio pre-ottocentesco e con la regia di Davide Livermore, per una coproduzione con il festival francese delle Chorégies d’Organge. Per Il trovatore di Giuseppe Verdi (19, 25 e 31 luglio, 9 agosto) si riprende lo spettacolo gotico e fiammeggiante del pluripremiato regista spagnolo Francisco Negrin. Per questa terza edizione a Macerata, dopo il 2013 e il 2016, sul podio ci sarà Jordi Bernàcer, anch’egli spagnolo, direttore in residence della San Francisco Opera.

I prezzi dei biglietti per il Macerata Opera Festival 2020 rimangono invariati rispetto alle edizioni precedenti: dai 25 euro del settore Giallo ai 150 del settore Platino (200 per la prima del 17 luglio).

Fra le offerte, tornano quest’anno gli abbonamenti alle tre opere, con uno sconto del 20% nei settori Verde o Giallo.
Acquistando invece due biglietti nei settori platino o verde si ha uno sconto del 15%.

Confermati gli sconti over65 e anche la formula roulette per gli stessi over 65 e gli under30 che possono comprare il biglietto al costo fisso di 25 euro (senza assegnazione di posto) e sedere nel miglior posto disponibile assegnato la sera dello spettacolo.
Grazie al children partner TreValli i bambini entrano a 1 euro se accompagnati da un adulto.

L’ultima recita del Trovatore (9 agosto) sarà dedicata al charity partner #biancocoraggio (che verrà annunciato entro l’anno), cui andranno i 2 euro aggiuntivi del biglietto.

La vendita è disponibile online e nella biglietteria di Macerata (piazza Mazzini 10), dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, tel. 0733230735 boxoffice@sferisterio.it.