Iscriviti alla newsletter

22 luglio. Si accendono le luci dell’arena con Un ballo in maschera

21 Luglio 2011

Primo giorno di Festival. Venerdì 22 luglio si apre la 47° edizione dello Sferisterio Opera Festival con una conferenza di Massimo Cacciari. Il filosofo veneziano propone un contributo sul tema portante della Stagione Lirica 2011 “Libertà e destino” all’Auditorium San Paolo alle ore 18. Massimo Cacciari ha subito un serio infortunio a seguito di una caduta durante un’escursione in montagna. Tuttavia Cacciari, che il Teatro ringrazia, non intende in nessun caso mancare all’appuntamento col pubblico dello Sferisterio Opera Festival.

Alle ore 21.00, il nuovo allestimento di Un ballo in maschera inaugura l’opera lirica allo Sferisterio di Macerata (repliche il 26- 29 luglio e 5 agosto) con la direzione di Daniele Callegari, regia scene e costumi di Pier Luigi Pizzi; il disegno luci di Sergio Rossi. Il cast: Stefano Secco (Riccardo), Marco Di Felice (Renato), Viktoria Chenska (per la prima serata) Teresa Romano (il 26 luglio) (Amelia), Elisabetta Fiorillo (Ulrica), Gladys Rossi (Oscar), Alessandro Battiato (Silvano), Dario Russo (Tom), Antonio Barbagallo (Samuel), Raoul D’Eramo (un giudice), Enrico Cossutta (un servo d’Amelia).

APPUNTAMENTI INTORNO AL FESTIVAL DEL 22 LUGLIO

Come ogni anno durante il Festival sono previsti molti eventi collaterali, che vedono avvicendarsi nei vari spazi teatrali maceratesi personaggi della cultura internazionale, la cui organizzazione è affidata a Sferisterio Cultura con gli Aperitivi Culturali e con le rassegne Pomeridiana, organizzata dall’Associazione ADAM e OperAperta curata dall’Associazione Divini Versi.

venerdì 22 luglio ore 12 Antichi forni

APERITIVI CULTURALI – SFERISTERIO CULTURA

LIBERTÁ E DESTINO – incontro con Monsignor Claudio Giuliodori

Dal 22 luglio all’11 agosto ritornano gli Aperitivi Culturali, organizzati dall’Associazione Sferisterio Cultura in convenzione con il Comune di Macerata e con il contributo della Camera di Commercio e di altri sponsor pubblici e privati. Con gli Aperitivi Culturali l’opera lirica diventa protagonista della vita culturale della città e si confronta con le altre discipline artistiche ed intellettuali.