Iscriviti alla newsletter

Via alle prove di Traviata e Carmen. Oggi la presentazione al Teatro Valle di Roma

19 Giugno 2012

MACERATA 19/06/12 – Ieri il via alle prove per due delle tre opere in cartellone, La Traviata di Giuseppe Verdi e Carmen di George Bizet. Mercoledi 20 giugno la data d’inizio per La Bohème di Giacomo Puccini. A poco più di un mese dalla prima, oggi la compagnia de La Traviata mette piede sull’enorme palcoscenico dello Sferisterio per provare in arena la prima opera della stagione lirica 2012, che torna a Macerata dopo venti anni nell’allestimento “degli specchi” ideato da Joseph Svoboda proprio per lo Sferisterio. Una messa in scena che ha fatto la storia della lirica mondiale, e che quest’anno il regista Henning Brockhaus, da ieri a Macerata, ripropone per la stagione lirica 2012. Anche la compagnia di Carmen ha cominciato oggi a provare in un altro luogo della città con la regista Serena Sinigaglia, e mercoledi sarà la volta della compagnia de La Bohème con il regista Leo Muscato. Fitto il calendario delle prove che si dipanano da oggi fino alle generali del 17, 18 e 19 giugno.

Oggi presentazione a Roma per il Macerata Opera Festival, al teatro Valle, in passato casa di grandi maestri (Rossini scrisse per queste scene la suaCenerentola) e oggi simbolo della caparbia volontà di una generazione di giovani artisti di continuare a fare un teatro capace di coinvolgere tutti nonostante le difficoltà in cui si dibattono le attività culturali in questa fase critica. Tenere aperti i teatri, farli dialogare con il tessuto sociale del territorio in cui sorgono è la sfida a cui siamo chiamati tutti, ciascuno con le sue specificità, la sua storia, la sua vocazione.

Sempre oggi, alle ore 12, al palasport di Macerata, si svolgerà la selezione per le tre comparse maschili per Carmen di Georges Bizet. Sono necessari tre uomini di bella presenza, maggiorenni (18-30 anni), con una minima esperienza teatrale o di danza e una buona capacità di movimento e coordinazione. Gli interessati saranno selezionati dalla regista Serena Sinigaglia.