Iscriviti alla newsletter

Una mostra sugli allestimenti piu’ belli dei primi cinque anni del festival e un welcome book

21 Luglio 2011

Promossi dall’Associazione Arena Sferisterio e dalla Società Civile dello Sferisterio Eredi Cento Consorti presieduta da Walfrido Cicconi con l’apporto del Rotary Club “Matteo Ricci” di Maceratae del Cosmari, organizzazione e sponsoring Mirus

Sarà aperta in omaggio al Festival la mostra fotografica con le foto più significative delle prime cinque edizioni, dal 2006 al 2010 con gli li allestimenti di Aida, Flauto magico, Gala Performance con Bolle e Ferri, Macbeth, Maria Stuarda, Turandot, Carmen, Cleopatra, Norma, Resurrexi, Saul, Don Giovanni, Il trionfo del Tempo, Madama Buttarfly, The Servant, Tosca, I lombardi alla prima crociata, Juditha Triumphans, Le Malentendu, Attila, Faust, La forza del destino, Vespro della Beata Vergine con le regie di Pier Luigi Pizzi, Massimo Gasparon, Dante Ferretti, Gabriele Lavia, Saverio Marconi e i luoghi del Festival, oltre l’Arena Sferisterio, il Teatro Lauro Rossi, l’Auditorium San Paolo, il Cineteatro Italia.

Trentadue tavole su carta fotografica firmate Alfredo Tabocchini delle Opere accompagneranno dal 22 luglio all’11 agosto gli ospiti della Stagione 2011 dentro la storia del Festival nella Sala ex Cinema allo Sferisterio. La mostra aperta da lunedì 25 luglio al pubblico dello Sferisterio.

Alla mostra si affianca un Welcome Book che presenta gli appuntamenti in programma e suggerisce agli ospiti maceratesi e ai turisti di guardarsi intorno per “scoprire all’infinito” quanto di meglio il territorio ci regala. Mostra e volume sono stati promossi dall’Associazione Arena Sferisterio e dalla Società Civile dello Sferisterio Eredi Cento Consorti presieduta da Walfrido Cicconi, con l’apporto del Rotary Club “Matteo Ricci” di Macerata e del Cosmari, organizzazione e sponsoring Mirus.