Iscriviti alla newsletter

Standing ovation allo Sferisterio per il balletto “Marco Polo”

08 Giugno 2015

Oltre quindici minuti di applausi, la stagione parte con il piede giusto. Tra gli ospiti il neopresidente Luca Ceriscioli, per la prima volta allo Sferisterio

MACERATA 08/06/2015 – Parte decisamente con il piede giusto la stagione del Macerata Opera Festival. Lo spettacolo “Marco Polo”, messo in scena dal Centro Nazionale per le Arti dello Spettacolo (NCPA) e dall’Esercito di Liberazione Popolare Song and Dance Troupe (PLA), incassa la prima standing ovation della stagione. Tutta la platea piena, in piedi, ad applaudire per quindici minuti i sessanta protagonisti di questa produzione che ha incantato gli spettatori dello Sferisterio.

Presente anche il neo presidente delle Marche Luca Ceriscioli che, a soli 7 giorni dalla vittoria alle elezioni, è arrivato a Macerata su invito del sindaco Romano Carancini e del presidente della Provincia Antonio Pettinari. Tra il pubblico anche il Comandante provinciale della Polizia Stradale Stefania Minervino, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Paolo Papetti e quello del Corpo Forestale dello Stato Giuseppe Bordoni, il Rettore Unimc Luigi Lacchè, il direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Macerata Paola Taddei e il direttore dell’Istituto Confucio Giorgio Trentin.

Dalla Cina sono venuti il vicepresidente del Centro Nazionale per le Arti dello Spettacolo (NCPA) Li Zhixiang, il compositore Zhang Qianyi, lo scenografo Gao Guagjian, il librettista Zhao Daming, il regista collaboratore Shen Chen e il consulente per la lirica italiana del NCPA Giuseppe Cuccia. Numerosi gli apprezzamenti avuti dal personale dello Sferisterio da parte dei colleghi cinesi: ancora una volta lo staff del Macerata Opera Festival sbalordisce per la professionalità e per l’alta qualità di preparazione.

Il balletto, che ieri sera ha concluso il suo tour italiano, è stato realizzato dal Macerata Opera Festival, grazie alle importanti collaborazioni del Comune, dell’Istituto Confucio, dell’Università di Macerata e dell’Amat.