Iscriviti alla newsletter

Oggi ultima recita de Il Trovatore, appuntamento al 2014

10 Agosto 2013

MACERATA 09/08/2013 – Non chiamatela vecchia, perché come usa il cellulare lei, non lo fa nessuno. L’opera parla il linguaggio dei giovani: dopo aver profondamente ristrutturato il sito internet www.sferisterio.it, rendendolo uno strumento cross mediatico al passo coi tempi, il Macerata Opera Festival si dota di un altro efficace mezzo di comunicazione. Da qualche settimana è disponibile sul portale iTunes l’applicazione Sferisterio realizzata da Medstore, scaricabile gratuitamente e disponibile per iPhone, iPod touch, iPad e iPhone 5, sia in lingua italiana e inglese, attraverso la quale è possibile avere aggiornamenti in tempo reale, informazioni su orari, eventi, spettacoli di questa e della prossima stagione sempre a portata di mano. Subito l’app ha riscosso un enorme successo, tant’è che è stata scaricata anche in paesi al di là delle Alpi come Francia, Germania, Olanda, ed extraeuropei come Cina, Russia, Stati Uniti, India e Thailandia.

Il sito ora è uno dei migliori portali dedicati alla cultura, con un Museo Virtuale, realizzato grazie allo sponsor Mosca srl, comprendente foto e documenti inediti di tutte le stagioni dal 1921 a oggi. Inoltre è anche possibile acquistare i biglietti delle produzioni in cartellone, rendendo la procedura di prenotazione rapida e senza code. Grazie al nuovo sito ed alla applicazione è possibile essere aggiornati in tempo reale sull’agenda del giorno.

Il Macerata Opera Festival 2013 chiude con una giornata intensa e ricca di appuntamenti. Il gran finale è allo Sferisterio per la quarta replica de Il trovatore, che sta andando verso il pienone. Alle 12, presso gli Antichi Forni, Monia Andreani si confronta sul tema “Azucena madre matrigna”, in occasione dell’appuntamento con gli Aperitivi Culturali. Gli eventi proseguono, alle 18, nel Parco di Villa Cozza, con “i piccoli concerti aspettando l’opera” dei Fiori Musicali e, alle 19, con Pomeridiana, nel cortile del Palazzo Buonaccorsi. “Guernica, il muro, una tela” è il titolo delle letture di Roberta Sarti, accompagnata dalla chitarra classica di Cesare Sampaolesi.

Alle 21 spazio al Trovatore di Giuseppe Verdi, con la regia di Francisco Negrin, Louis Desiré alle scene e ai costumi, Bruno Poet al disegno luci e Paolo Arrivabeni alla direzione d’orchestra. La Fondazione Orchestra Regionale delle Marche, la Banda “Salvadei” Città di Macerata e il Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini” sono l’anima musicale della rappresentazione. Il cast è formato dal baritono veronese Simone Piazzola che interpreta Il Conte di Luna, Susanna Branchini nella parte di Leonora, la mezzasoprano albanese Enkelejda Shkosa nei panni di Azucena e Aquiles Machado nella veste Manrico. I protagonisti vengono affiancati sul palcoscenico da Luciano Montanaro nel ruolo di Ferrando, Enrico Cossutta in quello di Ruiz, mentre Rosanna Lo Greco e Alessandro Pucci impersonano rispettivamente Ines e il messo.

Sulle ultime note de Il Trovatore si chiude anche la stagione 2013 di un Festival che ha saputo coinvolgere ed emozionare il pubblico dell’Arena e dei numerosi appuntamenti del Festival Off. Il tempio della lirica si riposa, ma non il suo direttore artistico, Francesco Micheli, che già domenica 11, in occasione dell’ultimo appuntamento con gli Aperitivi Culturali, presenta “2014: l’opera è donna!”. Il Macerata Opera Festival già comincia a preparare la cinquantesima stagione che verrà!

IN FOTO Il Trovatore, con Aquiles Machado e Susanna Branchini