Iscriviti alla newsletter

Mercoledì Mania: Rinaldo Alessandrini inaugura il ciclo di concerti al Teatro Lauro Rossi in attesa del weekend di Bohème

20 Luglio 2015

Tra i massimi esperti di musica barocca esegue al clavicembalo un programma dedicato a Bach

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria sul sito del Festival

Giovedì anteprima giovani per la Bohème di Leo Muscato

Mostre incontri e aperitivi culturali fanno risuonare la città e preparano il secondo weekend

Macerata 20/07/2015 – Dopo il successo dei debutti di Rigoletto e Cavalleria Rusticana – Pagliacci allo Sferisterio, anche il primo appuntamento OFF conferma il dato fortunato di pubblico agli spettacoli: il concerto di Ludovico Einaudi fa registrar oltre 1700 presenze, inaugurando il cartellone di appuntamenti “fuori Opera” del Festival.  Per il sindaco Romano Carancini, un risultato senza dubbio positivo: “Le opere allestite hanno ricevuto un ottimo riscontro finora. Vorrei sottolineare la mia gratitudine verso il direttore artistico che è riuscito a mettere in scena due nuove produzioni in un momento delicato come questo. Stiamo raggiungendo i risultati che ci eravamo prefissati: arrivare alla gente ed avere l’Arena piena ogni sera.”

Superato il weekend inaugurale, il Festival entra nel vivo con gli appuntamenti Mercoledì Mania. È Rinaldo Alessandrini ad aprire il ciclo di concerti gratuiti al Teatro Lauro Rossi: tra massimi esperti di musica antica e barocca, raffinato clavicembalista e apprezzato direttore d’orchestra, Rinaldo Alessandrini sarà al cembalo mercoledì 22 luglio alle 21 con un programma interamente dedicato a Bach, in cui compaiono, tra gli altri, pezzi di rara bellezza come l’Aria variata alla maniera italiana e ilCapriccio sopra la lontananza del fratello dilettissimo oltre alla Fuga in si minore sopra un tema di Albinoni.

Rinaldo Alessandrini è fondatore e direttore dell’ensemble Concerto Italiano, privilegia nelle scelte del suo repertorio la produzione italiana, da Pergolesi a Scarlatti, da Frescobaldi a Monteverdi, mantenendo quelle caratteristiche di cantabilità e mobile espressività che furono proprie allo stile italiano dei secoli XVII e XVIII. È considerato tra i principali esperti di musiche di Vivaldi e Bach. Le sue registrazioni de Le quattro stagioni e dei Concerti brandeburghesi sono indicate come versioni di riferimento dalla critica internazionale. Ha più di quindici incisioni discografiche all’attivo e dal 2009 al 2015 ha realizzato la trilogia di Monteverdi al Teatro alla Scala con la regia di Robert Wilson.

Per il direttore artistico Francesco Micheli, ideatore del Festival OFF, la presenza di un artista del calibro di Rinaldo Alessandrini è motivo d’orgoglio: “Noi del Macerata Opera Festival crediamo nella sostanza delle cose che facciamo e quest’anno l’edizione dell’OFF è forse una di quelle con più significato, più dialettica, più aperta e di alta qualità artistica. In tutto e per tutto è parte integrante del cartellone di questa stagione, non è qualcosa in più. È un Festival che mostra il valore di radicamento che la nostra città, “Atene” del centro Italia, ha nel panorama intellettuale.”

 

L’anteprima giovani di giovedì 23 luglio anticipa, invece, il secondo weekend del Festival che porta in scena la bellissima Bohème di Leo Muscato, vincitore del premio Abbiati. Carmela Remigio è Mimì, il soprano italiano che torna a Macerata dopo il successo del 14 luglio sotto la torre Eiffel a Parigi, con la direzione di Daniele Gatti, per il concerto dedicato alla festa nazionale francese, dove è apparsa accanto a voci della lirica internazionale quali Joyce Di Donato, Natalie Dessay, Anna Netrebko, Olga Peretyatko, Elîna Garanca, Piotr Beczala, Juan Diego Flórez e Laurent Naouri. Carmela Remigio terrà anche il recital Salotto italiano per il terzo appuntamento con Mercoledì mania dell’8 agosto.

 

L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria. Sul sito www.lucedellanima.com è possibile prenotare il tagliando per tutti gli eventi dei Mercoledì Mania e nel contempo effettuare una donazione alla Lega del Filo d’Oro, il charity partner della 51° stagione. I Mercoledì Mania sono sostenuti dall’energy sponsor Heracomm.

 

In attesa del concerto di Rinaldo Alessandrini, martedì seconda conferenza organizzata da Praxis con Luigi De Gennaro alle ore 21 alla Civica Enoteca Maceratese dal titolo “La neurobiologia dell’anima: quando la scienza è incosciente”. Alla stessa ora al Teatro Lauro Rossi va in scena “Padre Matteo Ricci in opera”, spettacolo organizzato dall’Officina Contemporanea Verona in collaborazione con il Piccolo Teatro e il Centro Studi Li Madou, in cui le movenze del teatro tradizionale cinese si mescolano con la commedia dell’arte in uno spettacolo colorato e affascinante con 12 personaggi in maschera in scena. Un dramma che parte da un fatto reale descritto da padre Matteo Ricci nei suoi diari

Programma

 

Mercoledì 22 luglio, ore 21 – Teatro Lauro Rossi

Energia Barocca

Rinaldo Alessandrini, clavicembalo

J.S. Bach

–       Preludio e fuga in do maggiore BWV 846

–       Aria variata alla maniera italiana BWV 989

–       Adagio in sol maggiore BWV 968

–       Concerto in re maggiore BWV 972

–       Preludio e fuga in do maggiore BWV 870

–       Fuga in si minore sopra un tema di Albinoni BWV 951

–       Capriccio sopra la lontananza del fratello dilettissimo BWV 992

 

 

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su:

energia.sferisterio.it oppure www.lucedellanima.com