Iscriviti alla newsletter

Lo Sferisterio presenta a Milano il suo Festival

21 Maggio 2012

Il Macerata Opera Festival esce dallo Sferisterio e coinvolge la città: invade i teatri, le strade, i cortili, le piazze. Il ricco programma del Festival Off che completa l’offerta culturale della 48ª stagione lirica è stato presentato questa mattina al Teatro Piccolo di Milano dal direttore artistico Francesco Micheli, il presidente dell’Associazione Arena Sferisterio Romano Carancini e dalla regista di Carmen Serena Sinigaglia. “L’opera è terreno naturale di incontro e convergenza tra le arti – spiega Micheli – dialoga con la letteratura, la filosofia, l’arte, la musica contemporanea, la canzone. Questo Festival intende riportare la lirica al centro dell’attenzione, come lo era nell’Ottocento, ma in chiave chiaramente contemporanea. L’obiettivo è coinvolgere ed appassionare un nuovo pubblico”.

 

Sguardo quindi a 360 gradi per questa iniziativa che trasformerà Macerata in un palcoscenico a cielo aperto: dai bambini che sono il pubblico di domani, ai giovani che possono identificarsi al meglio nelle storie estreme di Violetta, Mimì e Carmen, a tutti i cittadini e ai turisti, attraverso spettacoli, concerti incontri, mostre e conferenze che dal martedì alla domenica dimostrano la vitalità e l’attualità della tradizione del melodramma.

 

Il martedì è YOUNG: è la serata dei bambini, con il Flauto magico tascabile, i laboratori e i

La presentazione avvenuta al Teatro Piccolo di Milano

giochi musicali. I più grandi invece possono partecipare al ciclo Opera Pop, tre appuntamenti dedicati al rapporto tra la grande storia operistica, la canzone e la musica pop. I titoli spiegano tutto: Da Verdi a Mina; Da Puccini a Morricone e Da Bizet a Brel.

 

Il Mercoledì è MANIA. Il Teatro Lauro Rossi ospita tre concerti: apre il 25 luglio la musica antica con Nuvole Barocche, un concerto diretto da Marco Mencoboni; il 1° agosto un omaggio a Stefano Scodanibbio, il geniale contrabbassista maceratese scomparso da pochi mesi, a cura di Rassegna Nuova Musica; infine l’8 agosto Andrea Concetti festeggia con il recital Vent’anni all’Opera i suoi primi due decenni di carriera.

 

Il giovedì è EXTRA e prevede tre grandi momenti spettacolari. Il 26 luglio allo Sferisterio Roberto Bolle è il protagonista di Trittico Novecento, già visto alla Scala e composto da Voluntaries di Glen Tatey; Bella Figura, coreografia di Jiří Kylián del 1995 e dal classico Apollo di Balanchine. La serata è un progetto di Macerata Opera Festival & Civitanova Danza.

 

Il 2 agosto Macerata ricorda Mario del Monaco con una serata di gala organizzata da Giancarlo del Monaco a cui partecipano tra gli altri Celso Albelo, Fabio Armiliato, Roberto Aronica, Fiorenza Cedolins, Jorge De Leon, Daniela Dessì, Vladimir Galouzine, Aquiles Machado; la FORM è diretta da Gianluca Martinenghi.

 

Il 9 agosto le vie del centro storico vengono invase dalla Notte dell’Opera: spettacoli e performance ispirati alle tre eroine Violetta, Mimì e Carmen.

 

Nel corso del fine settimana prosegue la rassegna “trasversale” degli Aperitivi culturali organizzati da Sferisterio Cultura (a mezzogiorno agli Antichi Forni) in cui artisti, giornalisti e filosofi indagano i temi della stagione lirica; mentre alle 19 il centro storico si anima con i Reading con musica dal vivo di Pomeridiana, a cura di ADAM – Accademia delle Arti di Macerata.

 

Il percorso del Festival Off è completato da due mostre: dal 14 luglio al 13 settembre i Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi ospitano Violetta, Mimì, Carmen – Percorsi al femminile dallo Sferisterio ai Musei Civici di Macerata, mentre dalla collaborazione tra le Accademie di Belle Arti di Macerata e di Brera nasce Anti-Accademica, un programma di installazioni e performance nei locali ex Upim dal 17 luglio al 12 agosto.