Iscriviti alla newsletter

La prima prova all’italiana

17 Ottobre 2013

MUSCAT 17/10/2013 –  Da oggi  siamo al completo! Ieri sera sono arrivati i nostri: la FORM e la Salvadei, rispettivamente la nostra orchestra e la nostra Banda. Per la prima volta le note della Traviata hanno risuonato in terra araba; non credo di sbagliarmi se dico che l’emozione era percettibile tra le file dei nostri musicisti.

Diario di Bordo dall'Oman

Nel pomeriggio il Maestro Neschling ha richiesto una prova all’italiana (orchestra e cantanti) con i tre solisti. Per quanto navigati professionisti, Franceso, Desirée e Giovanni mi parevano davvero palpitanti; forse anche per questo alla fine di alcuni numeri musicali – “Parigi, o cara” o “Dite alla giovine” – in diverse persone presenti ho letto visibile commozione. Nel frattempo prosegue la nostra personale campagna sulla diminuzione dell’aria condizionata. L’escursione termica tra l’esterno (36 – 38°) e gli spazi interni al teatro (17 – 19°) miete diverse vittime causando raffreddori tra i nostri fragili e preziosi artisti.

Diario di Bordo dall'Oman

Tra una prova e l’altra, ho incontrato l’ambasciatore italiano in Oman, Paola Amadei, molto interessata all’idea di promozione del nostro teatro e del territorio in area omanita. Abbiamo ragionato su possibili forme di collaborazione in nome della cultura e dell’opera italiana. W Verdi!

Francesco Micheli