Iscriviti alla newsletter

Forgiare l’Opera

20 Ottobre 2013

MUSCAT 19/10/2013 – Eccoci agli assiemi. Le prove d’assieme rappresentano l’immagine più efficace di quanto io ami l’opera e il suo folle necessario modo di essere. Nel corso di una produzione questa è la prima occasione in cui tutti i vari e disparati reparti impegnati nello spettacolo si trovano riuniti, tutti “assieme”, appunto, per forgiare l’opera.

Diario di Bordo dall'Oman

Sono spesso prove molto tese perché la complessità dell’opera lirica, composta di musica dell’orchestra, canto e recitazione dei cantanti, trucco e costume, luci e scenografia del palcoscenico rendono tale incastro sovente fonte di deliranti frizioni… Se a questo si aggiunge la variante omanita, con un palcoscenico multietnico in cui, alla dominante lingua inglese, si aggiunge l’arabo – of course – lo spagnolo, il portoghese, il tedesco, il francese e l’italiano, spesso con dolce accento maceratese… il rischio bailamme è molto alto.

Diario di Bordo dall'Oman

Invece no, tutto fila liscio: ognuno dà il meglio di sé e il Mestro Neschling, il direttore d’orchestra, il conduttore della prova, decreta la fine della giornata di lavoro con un’ora di anticipo! Mi concedo il lusso di una prima passeggiata alla spiaggia spettacolare fuori dal teatro. Respiro!