Iscriviti alla newsletter

Da Alessandrini a Bruscantini, Macerata celebra il genio musicale

21 Luglio 2015

Il clavicembalista Alessandrini domani apre la nuova edizione dei Mercoledì Mania con un concerto interamente dedicato a Bach. Aperta la biglietteria per la serata del 6 agosto Nutrire l’anima, festa conclusiva del progetto “Genius loci”

Macerata 21/07/2015 – La seconda settimana di Festival apre le porte del Teatro Lauro Rossi ad uno degli artisti più importanti del panorama musicale barocco mondiale: Rinaldo Alessandrini. Raffinato clavicembalista e apprezzato direttore d’orchestra, Rinaldo Alessandrini inaugura i Mercoledì Mania mercoledì 22 luglio alle 21 con un programma interamente dedicato a Bach, in cui compaiono, tra gli altri, pezzi di rara bellezza come l’Aria variata alla maniera italiana e il Capriccio sopra la lontananza del fratello dilettissimo oltre alla Fuga in si minore sopra un tema di Albinoni.

Rinaldo Alessandrini è fondatore e direttore dell’ensemble Concerto Italiano, privilegia nelle scelte del suo repertorio la produzione italiana, da Pergolesi a Scarlatti, da Frescobaldi a Monteverdi, mantenendo quelle caratteristiche di cantabilità e mobile espressività che furono proprie allo stile italiano dei secoli XVII e XVIII. È considerato tra i principali esperti di musiche di Vivaldi e Bach. Le sue registrazioni de Le quattro stagioni e dei Concerti brandeburghesi sono indicate come versioni di riferimento dalla critica internazionale. Ha più di quindici incisioni discografiche all’attivo e dal 2009 al 2015 ha realizzato la trilogia di Monteverdi al Teatro alla Scala con la regia di Robert Wilson.

Da ieri è aperta la biglietteria per l’evento del 6 agosto Nutrire l’anima, festa marchigiana da Sesto Bruscantini a Giacomo Leopardi. La serata, momento conclusivo del progetto “Genius loci”, è un percorso che alterna musica, approfondimenti gastronomici, danza e letture per attraversare progressivamente le fasi di una vita: dall’allattamento dell’infanzia alla vecchiaia, passando per la tanto amata giovinezza e per la maturità. Un viaggio attraverso i sensi, una riflessione che si sposta sui temi che appartengono alle cause della Lega del Filo d’Oro, associazione a supporto delle persone sordocieche e pluriminorate sensoriali. Si celebrano il tatto, l’olfatto e il gusto, in contrapposizione alla filosofia hegeliana che vede nella vista e nell’udito il fulcro della razionalità. I biglietti possono essere acquistati su www.vivaticket.it e presso la biglietteria dello Sferisterio.