Iscriviti alla newsletter

Una piattaforma di crowdfunding Unicam a sostegno della campagna sociale per la Lega del Filo d’Oro

22 Giugno 2015

Realizzata da 4 studenti aiuterà la raccolta fondi dello Sferisterio. Anche quest’anno Eurosuole di Germano Ercoli si conferma charity sponsor

MACERATA 22/06/2015 – Il charity partner della stagione lirica 2015 dal titolo “Nutrire l’anima” è la Lega del Filo d’Oro. Il Macerata Opera Festival prosegue il suo cammino associando ad ogni cartellone una campagna sociale e lo fa insieme al charity sponsor: Eurosuole, l’azienda civitanovese di Germano Ercoli. 

“Il Macerata Opera Festival – ha annunciato il presidente dell’Associazione Arena Sferisterio Romano Carancini, durante la conferenza stampa – è abituato a passare dalle parole ai fatti, dimostrando ancora una volta impegno e attenzione per il sociale, attraverso una serie di attività indirizzate a raggiungere risultati tangibili”. 

Dopo Action Aid nel 2014, questa volta è stata individuata l’associazione, creata 51 anni fa ad Osimo, che ha come finalità il miglioramento della qualità della vita delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. Obiettivo finale della campagna sociale è contribuire alla realizzazione del nuovo Centro nazionale ad Osimo, i cui lavori sono in corso a pieno ritmo. Una volta concluso consentirà maggiori servizi per la diagnosi precoce e l’incremento dei posti disponibili presso il Centro di Riabilitazione, con la conseguente riduzione delle lunghe liste di attesa. 

È sul concetto di accessibilità che si è soffermato con profonda attenzione il direttore artistico Francesco Micheli, che ha ricordato come “il lavoro serrato e sperimentale su più livelli degli ultimi anni tra teatro d’opera e resto del mondo ha consentito di ottenere risultati importanti, sia da un punto di vista culturale con il lancio di nuovi artisti di valore, sia sul versante sociale con una migliore accessibilità e fruibilità della cultura”. Il ponte creato tra due istituzioni apparentemente lontane come il Macerata Opera Festival e la Lega del Filo d’oro va proprio in questa direzione, come confermato da Rossano Bartoli, Segretario Generale della Lega del Filo d’Oro, che ha elencato i numeri encomiabili della propria associazione, presente in 7 regioni e pronta a ricevere ogni anni circa 750/800 richieste di assistenza.

A dare forza alla campagna sociale, una piattaforma di crowdfunding realizzata da un gruppo di studenti iscritti al corso di laurea magistrale in Computer Science dell’Università di Camerino. Enrica Berardi, Francesco Svampa, Marco Spianci, Michele Santucci hanno ideato e progettato la piattaforma adibita al finanziamento collettivo, per sostenere le spese dello sviluppo di alcune campagne ed eventi del Macerata Opera Festival. Progetto questo fortemente voluto dal Magnifico Rettore dell’Università di Camerino, Flavio Corradini, che ha sottolineato la voglia del proprio Ateneo “di interpretare in chiave economica le idee che vengono dalla ricerca. Una sperimentazione continua, che permette di affrontare progetti reali, che vanno dalla cultura alla biotecnologia.”

Nella piattaforma creata sono presenti anche altre attività, come quella degli “Amici dello Sferisterio” che, con una quota annuale, si impegnano a sostenere e promuovere l’identità e la storia musicale dello Sferisterio, e quella dei “Grandi Donatori”, legata allo strumento dell’Art Bonus che permette di detrarre dall’imposta sui redditi personali, il 65% della somma investita. 

Al fianco di queste operazioni, il challenge #nutrimilanima, dedicato alla raccolta fondi per la Lega del Filo d’Oro, charity partner della stagione. Queste campagne hanno una durata limitata nel tempo e un obiettivo monetario da raggiungere.

All’interno della piattaforma sono poi inseriti a scopo promozionale ed informativo gli eventi del Macerata Opera Festival, dove è possibile effettuare donazioni: le rappresentazioni allo Sferisterio – Rigoletto, Cavalleria Rusticana e Pagliacci , La Bohème -, la Notte dell’Opera del 30 luglio e tutti gli appuntamenti del Festival Off che saranno presentati nei prossimi giorni. 

Nella foto gli studenti di Unicam realizzatori della piattaforma di crowdfunding, da sinistra Svampa, Berardi, Spianci e Santucci