Iscriviti alla newsletter

Carmela Remigio al Lauro Rossi con un concerto di Arie da camera italiane

04 Agosto 2015

Ultimo appuntamento con i concerti del ciclo Mercoledì mania. Dopo il successo allo Sferisterio e a Parigi, la Remigio interprete di un raro programma vocale impreziosisce il Festival Off. Al pianoforte Leone Magiera. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Si conclude mercoledì 5 agosto alle 21 al Teatro Lauro Rossi la fortunata serie di concerti Mercoledì mania. Per il ciclo che ha ospitato Rinaldo Alessandrini e il duo Torquati Dillon con grande successo di pubblico, Carmela Remigio sarà impegnata in un rarissimo programma musicale con arie da camera, accompagnata al pianoforte da Leone Magiera, uno dei maestri più importanti della scena musicale italiana del secondo ‘900.

Carmela Remigio è sicuramente tra le voci più belle del belcanto italiano. Dopo il successo allo Sferisterio nel ruolo di Mimì in Bohème, e quello del 14 luglio a Parigi, per il concerto dedicato alla festa nazionale francese diretto da Daniele Gatti (è apparsa accanto a voci della lirica internazionale quali Joyce DiDonato, Natalie Dessay, Anna Netrebko, Olga Peretyatko, Elîna Garanèa, Piotr Beczala, Juan Diego Flórez e Laurent Naouri), Carmela Remigio sarà protagonista di un recital dal titolo Salotto italiano, nella cornice intima e esclusiva del Teatro Lauro Rossi.

Ad accompagnarla al pianoforte ci sarà Leone Magiera, collaboratore di maestri come Giulini, Abbado, Solti, Kleiber e von Karajan, con cui ha avuto un rapporto artistico di particolare intensità, e direttore d’orchestra a sua volta con una cinquantina di opere eseguite in teatri di ogni parte del mondo.

Un florilegio di arie antiche caratterizza il programma musicale. Dice la Remigio “Io difendo fortemente la produzione vocale italiana, perché è l’espressione della nostra cultura e di quello che è stato il salotto italiano”. La cantante, che ha all’attivo anche due dischi per Decca di Arie di Tosti e di Rossini, sarà interprete di una serie di capolavori di Giuseppe Martucci (Tre pezzi opera 74, Maggiolata, Piano antico, Nevicata), Riccardo Zandonai (L’Assiuolo), Guido Alberto Fano (Falce di luna calante, O strana bimba, Il pomeriggio tacito), Davide Remigio (quando vien la sera) e Francesco Balilla Pratella (La strada bianca), Paolo Tosti (Ideale, Sogno, Anima mia, L’ultimo bacio, Il pescatore canta) e Gioacchino Rossini (Mi lagnerò tacendo, Addio di Rossini, La danza). “Si tratta di piccoli frammenti dove c’è anche un po’ di opera” – dice ancora la Remigio – “ma affrontata in modo meno serioso perché la natura di queste pagine era di divertire”.

L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria. Sul sito www.lucedellanima.com è possibile prenotare il tagliando per tutti gli eventi dei Mercoledì Mania e nel contempo effettuare una donazione alla Lega del Filo d’Oro, il charity partner della 51° stagione. I Mercoledì Mania sono sostenuti dall’energy sponsor Heracomm.