Iscriviti alla newsletter

Boxoffice, risultato positivo per le prime opere in cartellone

20 Luglio 2015

Rigoletto e Cavalleria rusticana/Pagliacci convincono il pubblico che con 4000 presenze ha riempito l’Arena il primo weekend. Trend in aumento per le seconde recite.

 Macerata 19/07/2015 – Il risultato del botteghino nel primo fine settimana conferma la capacità del Macerata Opera Festival di richiamare un pubblico numeroso, facendo dello Sferisterio una delle realtà più virtuose in Italia. Le prime due recite hanno fatto registrare 4000 presenze per un totale di 176.000 € d’incasso; Rigoletto, la nuova produzione firmata dal regista fiorentino Federico Grazzini, è quella che ha riscosso maggior consensi al box office con 2100 biglietti venduti per un incasso complessivo di 95.000 €, ma tutti i titoli in cartellone dimostrano di essere particolarmente apprezzati dal pubblico. Intanto le seconde recite di Cavalleria rusticana/Pagliacci e Rigoletto, in programma il 24 e 25 luglio, hanno già raggiunto le prime tra prenotazioni e vendite, riprovando il trend positivo emerso già nel primo fine settimana che ha visto, oltre ad un pubblico numeroso e entusiasta, anche diverse personalità di spicco del mondo della cultura tra cui il Presidente Rai Anna Maria Tarantola e la regista Alice Rohrwacher, prima italiana a vincere il Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes (2014), entrambe presenti allo Sferisterio per il dittico verista allestito del regista italo sudafricano Alessandro Talevi. Allo spettacolo, presenti anche 140 membri del Rotary Club provenienti da tutta Italia che sono stati accolti dal direttore artistico Francesco Micheli che ha ricevuto il Paul Harrys dal Rotary Club di Macerata presieduto da Rita Servidei; presente anche il governatore del distretto 2090 (Marche, Umbria, Abruzzo, Molise) Sergio Basti.

Per entrambi i debutti delle due nuove produzioni del Macerata Opera Festival, Sapore di Mare, gourmet partner ufficiale della 51° stagione lirica dello Sferisterio, ha portato il meglio del mare nelle due cene di gala del dopo Opera allestite a Palazzo Buonaccorsi. Il modo migliore per brindare al risultato positivo di pubblico del primo weekend.