Iscriviti alla newsletter

“Le bel indifférent” ha il volto di Costantino

16 Giugno 2005

“Le bel indifférent” avrà il volto di Costantino. Il modello milanese lanciato dalla trasmissione “Uomini e donne” di Maria De Filippi interpreterà il ruolo del personaggio maschile nella piéce teatrale, che inaugurerà la Stagione lirica 2005 dello Sferisterio il 15 e il 17 luglio al Teatro Lauro Rossi di Macerata. La scelta, voluta dal regista Pier Luigi Pizzi, potrebbe suscitare qualche perplessità nel più tradizionale pubblico del melodramma, ma la figura di Costantino ben si adatta al ruolo teatrale pensato da Jean Cocteau. Del resto bello, freddo, irraggiungibile, indifferente sono gli aggettivi con cui è stata definita questa icona televisiva del nostro tempo. Un “azzardo”, quindi, giustificato e che aggiunge una nota di mondanità a un prestigioso evento culturale. Si tratta, infatti, della prima mondiale del monologo lirico musicato da Marco Tutino su un testo di Jean Cocteau, scritto in una sola notte nel 1940 per la cantante-attrice Edith Piaf.