Iscriviti alla newsletter

“El Cimarrón”, evento d’eccezione al Ravello Festival

12 Luglio 2005

Le produzioni di Macerata Opera continuano a stupire. In questo caso a rimanere incantato è stato il pubblico del Ravello Festival, che domenica scorsa ha potuto godere la versione di “El cimarròn”, prodotta da Henning Brockhaus per la stagione lirica 2003 allo Sferisterio. Il recital musicale di Hans Werner Henze ha ripreso la messinscena già applaudita a Macerata. L’azione si è, infatti, sotto un tendone da circo allestito in un tendone vicino al parcheggio del Duomo della città. Il pubblico anche questa volta si è seduto su grandi pietre sparse su un suolo ricoperto di sabbia. Lo spettacolo si adattava alla perfezione al tema portante scelto dal festival per quest’anno, il contrasto. Alla base stessa della composizione dell’opera ci sono molteplici binomi di opposti: bianco-nero, libertà-schiavitù, mondo contadino e mondo delle macchine, musica colta e musica etnica, Europa e America, musica scritta e musica improvvisata.
Alla rappresentazione doveva essere presente lo stesso Henze, che è profondamente legato alla Camapania, in particolare a Napoli e Ischia dove ha trascorso molti anni importanti della sua vita. Purtroppo, però, una banale incidente domestico lo ha costretto a mancare all’appuntamento.