Iscriviti alla newsletter

D'un immortale amor

Palco Reverse è il format che vede il pubblico sul palcoscenico accanto ai protagonisti, per uno spettacolo ancora più coinvolgente.
Solo 200 posti disponibili!

Silvia Colasanti
“D’un immortale amor”
Musica e versi su “Amore, Tempo e Morte”

Per voce recitante, controtenore, quartetto d’archi e percussioni
Testo di Mariangela Gualtieri e William Shakespeare

Ed. Casa Ricordi

direttore Francesco Lanzillotta
voce recitante Mariangela Gualtieri
controtenore Raffaele Pe
Quartetto Adorno

percussioni Leonardo Ramadori

  • Mercoledì 28 lug H 21:00

Scarica il libretto della serata

D’un immortale amor”, con il format Palco Reverse, è una delle nuove commissioni su titoli operistici.

Musica e versi su “Amore, Tempo e Morte” di Silvia Colasanti, una delle compositrici più note di oggi, che rilegge Aida affidandone l’interpretazione a un gruppo di star della scena odierna come la poetessa e scrittrice Mariangela Gualtieri, il controtenore Raffaele Pe, il Quartetto Adorno e il percussionista Leonardo Ramadori.

“L’Amore ha una gittata vastissima, mal sopporta barriere, divieti, limiti, condizioni. Per questo forse noi umane e umani non conosciamo amore senza dolore, come Aida e il suo Radamès, come chiunque si leghi ad un nome, ad una faccia, limitando l’incontenibile marea di questa forza. Ma proprio a noi è dato un canto, la speranza, con poesia e musica, di rendere sublime questo eterno gioco, la impossibile impresa di arginare dentro il due la forza dell’infinito, dentro il tempo questa energia immortale.

Questo sublime è ciò che tenteremo di fare riverberare, con una originale scrittura scenica che terrà insieme amore e dolore, amore e morte, sia attraverso la sola musica strumentale, sia nell’intreccio tra musica e parole, in cui i suoni introducono i versi, presagendone le atmosfere, li avvolgono o li commentano, in un dialogo costante in cui si inserirà la voce di un controtenore a cantare il trascorrere inesorabile del Tempo, divoratore di ogni cosa, ma non dell’Arte.”

– Silvia Colasanti e Mariangela Gualtieri