Iscriviti alla newsletter

InclusivOpera

Dal 2008, il Macerata Opera Festival si è aperto ai servizi di accessibilità ai suoi spettacoli con un progetto unico in Italia. Sin dal 2008 è attivo il servizio di audiodescrizione delle opere in cartellone a beneficio di non vedenti e ipovedenti, coprendo l’intero cartellone del festival, con la possibilità di scaricare preventivamente le parti introduttive delle opere in programma direttamente da questa pagina. Le audio introduzioni durano circa 7 minuti e contengono le informazioni principali dei vari spettacoli, come una breve sinossi, la descrizione delle scenografie, dei costumi e di alcune scelte di regia. Le serate di spettacolo con audiodescrizione sono precedute da tre percorsi tattili tematici, pensati per non vedenti e ipovedenti ma aperti anche agli accompagnatori.

Dal 2009, il Macerata Opera Festival offre inoltre il servizio di sopratitolazione di tutte le opere in cartellone, a beneficio di non udenti e ipoudenti ma di grande utilità per il pubblico tutto.

Dal 2016, in collaborazione con il Museo Tattile Statale Omero (Ancona) e insieme al Consiglio Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS Marche, viene offerto in abbinamento all’offerta di servizi accessibili del Macerata Opera Festival il tour Sentieri di Arte e Musica, un itinerario dedicato all’opera lirica, all’arte e alle bellezze naturali delle Marche pensato esclusivamente per un pubblico non vedente e ipovedente. Sul sito ufficiale del Museo Tattile Statale Omero  il programma dettagliato.

Dal 2017, l’offerta è stata ulteriormente arricchita dalla versione tradotta in inglese sia dei sopratitoli per tutte le opere in cartellone sia delle audio introduzioni disponibili per il download. Inoltre, d’intesa con la Sezione Provinciale ENS (Ente Nazionale Sordi) di Macerata, sono stati introdotti i percorsi guidati da una guida segnante in LIS per non udenti e ipoudenti alla scoperta del teatro e, a partire da quest’anno, anche alla scoperta degli strumenti musicali.

Nel 2017, i servizi di accessibilità del Macerata Opera Festival hanno accolto oltre 250 persone allo Sferisterio, provenienti da tutta l’Italia.

Da quest’anno, il pubblico non udente e ipoudente potrà usufruire di un ulteriore servizio: una nuova tecnologia di ascolto assistito per tutte le opere in cartellone grazie al sistema Mobile Connect di Sennheiser Streaming Technologies, azienda del suono leader in campo internazionale. 

TEAM ACCESSIBILITÀ

Coordinatrice: Elena Di Giovanni

Audiodescrizioni e percorsi: Francesca Raffi

Servizi Accessibilità e accoglienza:  Chiara Pazzelli

Percorsi in LIS: Consuelo Agnesi

 

PARTNER

Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – Sezione di Macerata; Museo Statale Tattile Omero (Ancona); Ente Nazionale Sordi – Sezione di Macerata; Università degli Studi di Macerata; Montclair State University (New Jersey, USA).

Percorsi Tattili e Percorso LIS

Ingresso libero

Dal 2011, il Macerata Opera Festival organizza tre percorsi tattili, riservati a non vedenti, ipovedenti e ai propri accompagnatori, nei pomeriggi che precedono le recite audio descritte. I percorsi sono arricchiti da tavole tattili e modellini 3D, che permettono di percepire in maniera più dettagliata la struttura del teatro, delle scenografie e dei costumi delle opere messe in scena durante il festival. Dal 2017, il Macerata Opera Festival ha inoltre introdotto i percorsi guidati da una guida segnante in LIS riservati a non udenti e ipoudenti alla scoperta del teatro e, a partire da quest’anno, anche alla scoperta degli strumenti musicali. I percorsi sono, nello specifico:

  1. Venerdì 3 Agosto: Alla scoperta dei costumi, delle sartorie e del trucco
  2. Sabato 4 Agosto: Alla scoperta delle scenografie, arricchito da percorso guidato da un’interprete LIS riservato a non udenti e ipoudenti.
  3. Domenica 5 Agosto: Alla scoperta degli strumenti dell’orchestra, arricchito da percorso guidato da un’interprete LIS riservato a non udenti e ipoudenti.

 

Informazioni aggiuntive

Il servizio è gratuito ma i posti sono limitati. Si consiglia di presentarsi alle ore 18:15 di fronte ai cancelli dell’ingresso principale dell’Arena SferisterioPer prenotazioni o informazioni: arte.accessibile@unimc.it

Arena Sferisterio – Macerata Opera Festival posti riservati a persone con disabilità

Altro servizio offerto dal Macerata Opera Festival, a seguito delle normative vigenti sulla sicurezza del pubblico presente presso l’Arena Sferisterio, è l’assegnazione di posti riservati a persone con disabilità e così ripartiti:

      • persone con disabilità con carrozzina: settore rosso platea, ingresso gratuito (per un massimo di 6 posti a serata); accompagnatori con posto a sedere dietro la carrozzina, costo biglietto 25 euro.
        L’ingresso riservato a persone con disabilità in carrozzina è il numero 5.
    •  
    •  
    •  
      • persone con disabilità senza carrozzine (e con invalidità superiore al 70%): settore rosso platea, ingresso gratuito (per un massimo di 10 posti a serata); costo biglietto per accompagnatore 25 euro. È prevista la possibilità di cambiare settore con una riduzione del 50% sul costo del biglietto. Nel caso di richieste da parte di enti e comunità sono previste ulteriori agevolazioni, con possibilità di ingresso a 1 euro per gli ospiti con disabilità e a 25 euro per l’accompagnatore, con sistemazione su un palco.

Per ulteriori esigenze o per richieste speciali, contattare la biglietteria.

Sovratitoli

La sopratitolazione dal vivo viene offerta per tutte le opere in cartellone. I sopratitoli, che riportano i libretti delle opere, vengono proiettati sul muro di fondo, in entrambi i lati, e rendono accessibili i libretti operistici, in particolare ai non udenti. Quest’anno, i sopratitoli saranno forniti sia in italiano che in inglese, così da fornire un servizio in più anche al pubblico internazionale. Il servizio viene fornito per tutte le recite allo Sferisterio e per quelle di Shi. (Si faccia!) al Teatro Lauro Rossi.

Il servizio è gratuito e non necessita di prenotazione

Sopratitoli

La sopratitolazione dal vivo viene offerta per tutte le opere in cartellone. I sopratitoli, che riportano i libretti delle opere, vengono proiettati sul muro di fondo, in entrambi i lati, e rendono accessibili i libretti operistici, in particolare a non udenti e ipoudenti ma di grande utilità per il pubblico tutto. Dal 2017, i sopratitoli sono forniti sia in italiano che in inglese, per un servizio aggiuntivo per il pubblico internazionale.

Il servizio è gratuito e non necessita di prenotazione

Audiodescrizioni

L’audiodescrizione fornisce tutte le informazioni necessarie a comprendere la trama dell’opera rappresentata, la scenografia, i costumi, i principali movimenti di scena, le note di registiscenografi e costumisti come chiavi di lettura aggiuntive. Vengono fornite una lunga descrizione iniziale (circa 15 minuti) prima dell’inizio dello spettacolo e una o due descrizioni di circa 4-5 minuti durante la/le pause. Nel corso dello spettacolo, sono fornite soltanto delle brevi descrizioni di pochi secondi. Da quest’anno, l’audiodescrizione viene fornita a non vedenti e ipovedenti attraverso il sistema Mobile Connect (Sennheiser Streaming Technologies). Il sistema è in grado di fornire streaming audio live direttamente sullo smartphone, che diventa un vero e proprio ricevitore portatile, permettendo così agli utenti di riprodurre e personalizzare l’esperienza di ascolto comodamente attraverso le proprie cuffie auricolari o la cuffia monoauricolare fornita dal teatro. Per il funzionamento è sufficiente scaricare l’App gratuita MobileConnect per iOS o Android e seguire la semplice guida per l’avvio.  Le sezioni introduttive delle audiodescrizioni in italiano e in inglese sono a disposizione del pubblico sul sito dello Sferisterio in formato MP3, da scaricare gratuitamente, e sono disponibili anche in versione accessibile per non udenti e ipoudenti. 

Ogni spettatore non vedente o ipovedente può assistere gratuitamente alle recite con audio descrizione insieme ad un accompagnatore, a cui sarà riservato un courtesy ticket di Euro 12,50. Fare il proprio ingresso ed accomodarsi in Arena intorno alle 20:40.

Le audiodescrizioni inizieranno 15 minuti prima dell’inizio dello spettacolo. I biglietti per le serate di spettacolo possono essere ritirati presso la biglietteria anche nei giorni precedenti le date d’interesse (Piazza Mazzini, 10 – 62100 Macerata – Tel. +39.0733 230735).

Per prenotazioni o informazioni: arte.accessibile@unimc.it

Ascolto assistito

Il sistema di ascolto assistito permette al pubblico non udente e ipoudente un’esperienza di ascolto intuitiva e personalizzata, con la possibilità di regolare sia il volume sia le frequenze in base alle proprie esigenze specifiche attraverso il sistema Mobile Connect (Sennheiser Streaming Technologies). Grazie a microfoni remoti connessi automaticamente alla sorgente sonora, il flusso audio raggiunge direttamente lo smartphone, che diventa un vero e proprio ricevitore portatile, permettendo così agli utenti di riprodurre e personalizzare l’esperienza di ascolto comodamente attraverso le proprie cuffie auricolari, la cuffia monoauricolare fornita dal teatro o il proprio impianto acustico. Per il funzionamento è sufficiente scaricare l’App gratuita MobileConnect per iOS o Android e seguire la semplice guida per l’avvio. 

Ad ogni spettatore cieco o ipoudente è riservato un courtesy ticket, con la possibilità di assistere alle recite con ascolto assistito insieme ad un accompagnatore. Fare il proprio ingresso ed accomodarsi in Arena intorno alle 20:40.

IL PROGRAMMA

venerdì 3 agosto LA TRAVIATA
ore 18:15 Alla scoperta dei costumi (percorso tattile e LIS)
ore 21:00 La traviata con audiodescrizioni e ascolto assistito

sabato 4 agosto IL FLAUTO MAGICO
ore 18:15 Alla scoperta della scenografia (percorso tattile)
ore 21:00 Il flauto magico con audiodescrizioni e ascolto assistito

domenica 5 agosto L’ELISIR D’AMORE
ore 18:15 Alla scoperta della musica (percorso tattile e LIS)
ore 21:00 L’elisir d’amore con audiodescrizioni e ascolto assistito

Carmen, la stella del circo di Siviglia e i ragazzi non vedenti

Carmen, la stella del circo di Siviglia è uno spettacolo d’opera di natura didattico-partecipativa realizzato da AsLiCo in seno al progetto Opera Domani (http://operadomani.org), che ogni anno realizza una nuova opera pensata proprio per i più giovani. Per Carmen sono previste oltre 150 repliche nei teatri di tutta Italia, con il coinvolgimento delle scuole (docenti e studenti) per la preparazione a una partecipazione attiva allo spettacolo.

L’Università di Macerata e il team accessibilità del Macerata Opera Festival, in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e Ipovedenti (UICI), coordinamento regionale delle Marche, ha sviluppato un progetto per rendere Carmen, la stella del circo di Siviglia accessibile per i ragazzi non vedenti e al tempo stesso garantire a questi ultimi la fruizione totale e inclusiva dello spettacolo. 

A questo scopo, abbiamo organizzato un doppio workshop coinvolgendo i bambini e ragazzi non vedenti di tutte le province marchigiane, chiedendo loro di venire con un fratello/sorella o un amico/a. 

Il laboratorio si articola in due parti: una prima parte è volta a creare, insieme ai ragazzi, l’audio descrizione che accompagnerà lo spettacolo di Carmen a Macerata. La seconda consiste invece nella registrazione delle descrizioni, da parte dei ragazzi vedenti e non vedenti insieme.

Il progetto è il primo del suo genere, in Italia e nel mondo.

Accessibiltà 2017

Percorsi tattili 2016

Lo Sferisterio sempre più accessibile