Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio: Terza settimana del festival

Martedì 3 e giovedì 5 agosto la danza con STUCK – Opera on the Wall e il Galà Grazie Rudy
 
Mercoledì 4 agosto Palco Reverse con Amami e venerdì 6 agosto Neri Marcorè per Dante
 
Accanto alle repliche di Aida e Traviata vari appuntamenti con gli aperitivi culturali, dialoghi e percorsi inclusivi


Il Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio continua con la terza settimana che presenta accanto ai due titoli operistici, la danza, spettacoli crossover, Palco Reverse e vari incontri.
 
A partire dal 6 agosto, secondo quanto stabilito dal D.L. 23 luglio 2021 n. 105 relativo a “misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche”, l’accesso agli spettacoli sarà consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Green Pass. Per tutte le informazioni dettagliate è possibile consultare la sezione dedicata Sferisterio Sicuro (sferisterio.it/sferisteriosicuro).
 
Lunedì 2 agosto due appuntamenti sul territorio, nel Comune di Monte San Giusto: alle ore 18:30 ultima replica dello spettacolo per ragazzi Black Aida a Villa San Filippo, Parco Giuseppe Montana; alle ore 21 in Piazza Aldo Moro andrà in scena Giorgio Germont, la mia verità recital ispirato alla Traviata di Giuseppe Verdi (drammaturgia di Paolo Loglio, soprano Ronja Weyhenmeyer, tenore Marco Puggioni, attore Luca Violini, pianoforte Claudia Foresi) con la partecipazione del coro “Il Tritono”, in collaborazione con Centro Accessori (info e biglietti tel. 3755518647).
 
Martedì 3 agosto alle ore 18 a Fonte Maggiore (Macerata) Aida, dolce acqua e profumata riva, attività dedicate ai bambini tra i 6 e gli 11 anni proposte dall’Associazione Amici dello Sferisterio in collaborazione con l’Associazione Culturale CTR, col soprano Laura Tomasucci e al violino Chiara Cavagliano (ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria).
Alle 21 allo Sferisterio primo appuntamento della settimana dedicato alla danza con STUCK – Opera on the Wall, una serata di danza verticale firmata da Il Posto Vertical Dance Company e Marco Castelli Small Ensemble. L’idea che si muove attorno a questo spettacolo è la possibilità di riflettere sui tanti aspetti che compongono l’essere umano, mostrando un’altra parte di noi, nel quale il nostro opposto non è inteso negativamente ma apre le porte ad un pensiero stravolgente. La musica gioca su richiami, interferenze, citazioni, riformulazioni tra elettronica, jazz e musica classica. Marco Castelli ha composto brani ricchi di echi e di allusioni, che ripercorrono in modo personalissimo e creativo la relazione tra i generi. La coreografia e i video sono a cura di Wanda Moretti, con musiche di Marco Castelli, Gioachino Rossini, Giuseppe Verdi, Wolfgang Amadeus Mozart (costumi Elettra Del Mistro, masks Anna Ave, sax e live electronics Marco Castelli, percussioni Marco Vattovani, danzatori Simona Forlani, Isabel Rossi, Giulia Mazzucato, Francesca D’Agostino, Giorgio Coppone, Gian Mattia Baldan, Giorgia Maurizio).
 
Continua la terza settimana del festival mercoledì 4 agosto alle ore 21 sul palcoscenico dello Sferisterio con il secondo Palco Reverse della stagione: Amami, opera per teatro-danza, pianoforte e musica elettronica di e con Erika Rombaldoni (pianoforte Roberto Barrali, musica elettronica Alessandro Petrolati). Un racconto con il linguaggio del corpo della vicenda di amore, morte e sacrificio della Violetta, protagonista dell’opera di Verdi. Da fanciulla vezzosa e ammiccante – consapevole del decadimento del corpo e della morte imminente rappresentati dalla musica elettronica – alla rinuncia al sogno di un amore finalmente ricambiato. Un amore raccontato attraverso alcuni brani di Ennio Morricone (doveroso omaggio a un anno dalla sua scomparsa) composti proprio sulla vicenda di cronaca a cui si ispirò Verdi e prima di lui Dumas. Un viaggio musicale nel tempo dunque che va da Verdi a Morricone alla contemporaneità per un messaggio di portata universale in cui, citando Croce, attraverso temi come “l’ammirazione per la bellezza, l’attrazione per il peccaminoso, lo straordinario delle risoluzioni estreme, il sacrificio risolutamente accettato e nobilmente sostenuto”, Violetta si innalza alla statura di eroina tragica.
 
Due appuntamenti giovedì 5 agosto: alle ore 18 alla Gran Sala Piero Cesanelli (Sferisterio) 20 anni con Rudolf Nureyev: Pierfrancesco Giannangeli dialoga con Luigi Pignotti che racconterà più di 20 anni vissuti a fianco del danzatore, universalmente riconosciuto come il più grande di tutti i tempi e che nel 1982 si è esibito allo Sferisterio (biglietti gratuiti su eventbrite.it). L’omaggio al ballerino russo continuerà alle ore 21 allo Sferisterio con il Gran Galà di danza a lui dedicato Grazie Rudy. Una serata prodotta dallo stesso Luigi Pignotti – presiedente dell’Associazione Nureyev – che mette insieme coppie di stimati danzatori di oggi provenienti dal Royal Ballet di Londra e dal Bolshoi e Teatro Mariinsky di Mosca e San Pietroburgo, che hanno nel “tartaro volante” il loro esempio. Un programma per ripercorrere preziosi frammenti del repertorio classico che Nureyev riprodusse secondo un proprio personalissimo stile, dallo Schiaccianoci al Lago dei cigni e Giselle.
 
Il programma della serata
 
Lo schiaccianoci
musica Pëtr Il’ič Čajkovskij
coreografia Marius Petipa, Lev Ivanov
interpreti Natalia Matsak, Sergiy Kryvokon
 
La Bayadère
musica Ludwig Minkus
coreografia Marius Petipa
interpreti Martina Arduino, Marco Agostino
 
Il lago dei cigni (Passo a due Cigno bianco)
musica Pëtr Il’ič Čajkovskij
coreografia Marius Petipa, Lev Ivanov
interpreti Ilona Kravchenko, Oleksii Potomkin
 
Don’t say a word
musica Sergeij Rakhmaninov
coreografia Viktor Ishchuk
interpreti Ana Sophia Scheller, Viktor Ishchuk
 
Le Corsaire
musica Adolph Adam
coreografia Marius Petipa
interpreti Andrii Gavryshkiv, Kateryna Didenko
 
Giselle
musica Adolphe Adam
coreografia Jean Coralli, Jules Perrot
interpreti Martina Arduino, Marco Agostino
 
Feeling You
musica Frederick Chopin
coreografia Viktor Ishchuk
interpreti Natalia Matsak, Sergiv Kryvokon
 
Il lago dei cigni (Passo a due Cigno nero)
musica Pëtr Il’ič Čajkovskij
coreografia Marius Petipa, Lev Ivanov
interpreti Ana Sophia Scheller, Viktor Ishchuk
 
Le Flame de Paris
musica Boris Asafiev
coreografia Vasilii
interpreti Kateryna Didenko, Andrii Gavryshkiv
 
Don Chisciotte
musica Ludwig Minkus
coreografia Marius Petipa
interpreti Ilona Kravchenko, Oleksii Potomkin
 
Il weekend della terza settimana festivaliera comincia venerdì 6 agosto con un omaggio per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri: alle ore 18 alla Gran Sala Piero Cesanelli (Sferisterio) è in programma Dante di Dante. Le Muse di Dante Alighieri nelle donne di Dante Gabriel Rossetti di e con Cesare Catà con la partecipazione di Luciano Monceri (nickelharpa) ed il contributo dell’Antica Distilleria Varnelli (Treccani e Macerata Opera Festival in collaborazione con l’Associazione Arena Sferisterio – “I Cento Mecenati dello Sferisterio”, biglietti gratuiti su eventbrite.it).
Alle ore 21 debutta allo Sferisterio il nuovo spettacolo di Neri Marcorè intitolato Le divine donne di Dante con l’Orchestra Arcangelo Corelli diretta da Jacopo Rivani. Un omaggio al Sommo Poeta neo 700 anni dalla mo e una ricognizione delle figure femminili della Divina Commedia che si intreccia con una sorta di canzoniere che individua titoli che si legano, per libera – e spesso divertita – associazione, ai temi e alle presenze di volta in volta evocate e richiamate dall’aldilà dantesco. Quarantadue personaggi femminili, da Cleopatra a Pia de’ Tolomei, da Cunizza a Francesca per costruire un paesaggio umano denso di suggestioni e significati. Al violoncello Stefano Cabrera, alla chitarra e al pianoforte Domenico Mariorenzi, alle percussioni Beppe Basile, Vocalist Flavia Barbacetto e Angelica Dettori, gli arrangiamenti musicali sono di Stefano Cabrera. La serata è sostenuta da ENGIE e lo spettacolo è una commissione del Ravenna Festival in coproduzione con Mittelfest e Macerata Opera Festival.
 
Sabato 7 agosto alle ore 12 al Giardino dell’ex Asilo Ricci (ingresso gratuito su prenotazione) il sesto Aperitivo culturale con Cesare Catà Shakespeare, Verdi e un Egitto dell’anima. Alle ore 17 – e in replica domenica 8 agosto alla stessa ora – Note nel verde (Parco Urbano di Villa Cozza) a cura di Cesarina Compagnoni, in collaborazione con il Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo. Arie d’opera risuoneranno fra gli alberi monumentali prima delle rappresentazioni allo Sferisterio, gli incontri sono dedicati agli ospiti della Casa di Riposo, familiari e cittadinanza (ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria). Alle 21 allo Sferisterio la recita dell’opera Aida di Giuseppe Verdi, con la regia di Valentina Carrasco e la direzione di Francesco Lanzillotta (ultima replica giovedì 12 agosto).
 
Chiude la settimana domenica 8 agosto alle ore 12 (Giardino dell’ex Asilo Ricci) l’Aperitivo culturale Sex worker con Angela Azzaro e Angelo SchillaciAlle ore 17 il percorso guidato LIS Arte e Musica (Palazzo Buonaccorsi – Arena Sferisterio) di InclusivOpera. Alle ore 21 allo Sferisterio la penultima recita di Traviata, regia di Henning Brockhaus e direzione di Paolo Bortolameolli (ultima replica venerdì 13 agosto).
 
Il Macerata Opera Festival è realizzato dall’Associazione Arena Sferisterio con Comune di Macerata, Provincia di Macerata, Ministero della Cultura, Regione Marche e grazie a un gruppo di privati fra cui il Banco Marchigiano come Major Sponsor.
Un ringraziamento particolare e ai Cento Mecenati che sostengono attraverso Art Bonus l’attività del festival.
 
Segue il calendario degli appuntamenti della terza settimana del Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio:
 
lunedì 2 agosto ore 18:30 (Monte San Giusto – Villa San Filippo, Parco Giuseppe Montana) Black Aida
lunedì 2 agosto ore 21 (Monte San Giusto, Piazza Aldo Moro) Giorgio Germont, la mia verità
 
martedì 3 agosto ore 17 (Fonte Maggiore, Macerata) Aida, dolce acqua e profumata riva
martedì 3 agosto ore 21 (Arena Sferisterio) Stuck, Opera on the Wall
 
mercoledì 4 agosto ore 21 (Palcoscenico Arena Sferisterio) Erika Rombaldoni Amami
 
giovedì 5 agosto ore 18 (Gran Sala Piero Cesanelli, Sferisterio) Pierfrancesco Giannangeli, Luigi Pignotti 20 anni con Rudolf Nureyev
giovedì 5 agosto ore 21 (Arena Sferisterio) Gala di danza Grazie Rudy
 
venerdì 6 agosto ore 18 (Gran Sala Piero Cesanelli, Sferisterio) Cesare Catà con Treccani Dante di Dante. Le Muse di Dante Alighieri nelle donne di Dante Gabriel Rossetti
venerdì 6 agosto ore 21 (Arena Sferisterio) Neri Marcorè Le divine donne di Dante
 
sabato 7 agosto ore 12 (Giardino dell’ex Asilo Ricci) Aperitivi culturali Cesare Catà Shakespeare, Verdi e un Egitto dell’anima
sabato 7 agosto ore 17 (Parco Urbano di Villa Cozza) Note nel verde
sabato 7 agosto ore 21 (Arena Sferisterio) Aida
 
domenica 8 agosto ore 12 (Giardino dell’ex Asilo Ricci) Aperitivi culturali Angela Azzaro e Angelo Schillaci Sex worker
domenica 8 agosto ore 17 (Palazzo Buonaccorsi – Arena Sferisterio) Percorso guidato LIS Arte e Musica
domenica 8 agosto ore 17 (Parco Urbano di Villa Cozza) Note nel verde
domenica 8 agosto ore 21 (Arena Sferisterio) La traviata
 
 
INFO e BIGLIETTERIA
I biglietti gratuiti di Black Aida possono essere prenotati tramite il sito evenbrite.it
La vendita dei biglietti è attiva online sul sito sferisterio.it e presso la biglietteria a Macerata in Piazza Mazzini 10 (martedì-sabato ore 9-12/17:30-19:30) tel. 0733 230735 boxoffice@sferisterio.it.

Posted in News | Leave a comment

Comune di Macerata e Associazione Arena Sferisterio insieme per Sferisterio Live 2021

Quattro concerti ad agosto allo Sferisterio e uno a settembre al Teatro Lauro Rossi

Si aprirà lunedì 2 agosto Sferisterio Live, la rassegna organizzata dall’assessorato al Turismo ed Eventi del Comune di Macerata in collaborazione con l’Associazione Arena Sferisterio per accogliere nell’arena cittadina alcuni dei protagonisti della scena musicale italiana di oggi.
 
Primo ospite sarà Diodato (lunedì 2 agosto), seguito poi da Max Gazzè (lunedì 9 agosto), Francesco De Gregori (sabato 21 agosto) e Antonello Venditti (domenica 22 agosto). I concerti avranno inizio alle 21.
Si aggiunge quindi anche una data a settembre, sabato 25 (ore 21.15 al Teatro Lauro Rossi) con “Piazzolla y después” concerto omaggio al compositore argentino del quale ricorre il centenario della nascita, in collaborazione con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese.
 
«Siamo molto soddisfatti del ricco e variegato programma di Sferisterio Live che ci regalerà serate uniche da vivere nella bellissima cornice dello Sferisterio – ha commentato il sindaco Sandro Parcaroli. La qualità indiscussa delle proposte presentate permetterà alla città di attrarre turisti o semplici appassionati che avranno l’opportunità di godere dell’ottima qualità musicale e culturale; è anche grazie allo spirito di sinergia tra Comune e Associazione Arena Sferisterio che Macerata è tornata a vivere pienamente e con passione i suoi appuntamenti dopo il difficile periodo della pandemia».
 
«Il claim dell’estate maceratese è “Restate a Macerata” e anche il ricco e sorprendente programma di Sferisterio Live si inserisce in questa filosofia – è intervenuto l’assessore Sacchi. Abbiamo proposto eventi di qualità su scala nazionale come i concerti nell’Arena Sferisterio di Diodato, Max Gazzè, Francesco De Gregori e Antonello Venditti solo per citarne alcuni. Inoltre il 3 agosto, in collaborazione con il MOF, presentiamo “STUCK Opera on the Wall”, serata di danza verticale firmata da Il Posto Vertical Dance Company e Marco Castelli Small Ensemble. Uno spettacolo immaginato per valorizzare il maestoso muro dell’Arena, un tempo utilizzato per il gioco del pallone al bracciale, tracciando quella linea che unisce passato e futuro verso Macerata Città Europea dello Sport 2022».
 
«L’edizione 2021 di Sferisterio Live torna a proporre la presenza di artisti significativi nel panorama nazionale ed internazionale. Si punta dunque al rafforzamento dell’identità di questa manifestazione e a gettare le basi del suo sviluppo futuro, sul quale stiamo già lavorando. L’intreccio virtuoso con gli spettacoli del Macerata Opera Festival e con la ripresa delle attività del Teatro Lauro Rossi a fine settembre consentirà una partecipazione più eterogenea, favorendo la creazione di nuovi pubblici e gettando le basi per un’attività di promozione socioculturale della nostra Città che arrivi ad abbracciare tutto l’anno».
Diodato, il cantautore dei record 2020, è stato tra i primi artisti italiani a dare un forte segnale di ripartenza la scorsa stagione estiva con alcuni concerti in location inedite ed esclusive dopo i mesi di lockdown. Anche quest’estate tornerà sul palcoscenico con una band composta da Rodrigo D’Erasmo (violino), Greta Zuccoli (voce), Andrea Bianchi (chitarre), Alessandro Commisso alla (batteria), Gabriele Lazzarotti (basso), Lorenzo Di Blasi (tastiere), Beppe Scardino (sax baritono e fiati) e Stefano “Piri” Colosimo (tromba e ottoni). Diodato è l’unico artista italiano ad aver vinto nello stesso anno, oltre al Festival di Sanremo, il David di Donatello 2020, i Nastri d’argento 2020 e il Ciak d’oro del pubblico 2020 con il brano Che vita Meravigliosa come “Migliore canzone originale”, entrata nella memoria collettiva per essere parte della colonna sonora del film La Dea Fortuna di Ferzan Özpetek.
Per il concerto allo Sferisterio del 2 agosto, i biglietti hanno un costo da 34,50 a 65,50 euro.
Il concerto è organizzato da Best Eventi – besteventi.it – 085 9047726
 
Max Gazzè riprende il suo basso e torna in tour. Sarà un’estate ancora all’insegna dei live quella dell’artista che, in questi mesi, non si è mai fermato e ha continuato a produrre musica, pubblicando il suo nuovo disco La matematica dei rami – che da il titolo anche al tour – prodotto insieme alla Magical Mystery Band, tra underground e pop, elettronica e rock. Gazzè, dopo essere stato il primo a tornare sul palco la scorsa estate per far ripartire la filiera della musica live, sfiorando le 30 date, ed essere sceso in piazza per dare voce alla categoria dei lavoratori dello spettacolo, è pronto a far suonare live i nuovi brani insieme ai suoi straordinari: Max Dedo ai fiati, Cristiano Micalizzi alla batteria, Clemente Ferrari alle tastiere, Daniele Fiaschi alle chitarre.
Per il concerto allo Sferisterio del 9 agosto, i biglietti hanno un costo da 34,50 a 69 euro.
Il concerto è organizzato da Best Eventi – besteventi.it – 085 9047726
 
Francesco De Gregori arriva allo Sferisterio con il tour «De Gregori & Band Live – Greatest Hits” con una band che lo accompagna da mesi in un viaggio tra grandi successi e perle nascoste del suo repertorio: Guido Guglielminetti (basso e contrabasso), Carlo Gaudiello (tastiere), Paolo Giovenchi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino) e Simone Talone (percussioni).
Per il concerto allo Sferisterio del 21 agosto, i biglietti hanno un costo da 30 a 80 euro.
Il concerto è organizzato da M&P Company – mpcompany.it – info 0871 685020
 
Antonello Venditti, nella sua incredibile carriera, ha emozionato intere generazioni mettendo in musica i suoi sentimenti e l’amore, tematiche sociali e culturali. In questo speciale concerto allo Sferisterio del tour “Unplugged Special 2021”, il cantautore ripercorrerà in una versione appunto unplugged le sue più importanti canzoni, ripercorrendo il suo repertorio più celebre.
Per il concerto allo Sferisterio del 21 agosto, i biglietti hanno un costo da 45 a 80 euro
Il concerto è organizzato da M&P Company – mpcompany.it – info 0871 685020
 
 
INFO e BIGLIETTERIA
La vendita dei biglietti è attiva sul sito e nei punti vendita TicketOne oppure presso la biglietteria a Macerata in Piazza Mazzini 10 (martedì-sabato ore 9-12/17:30-19:30) tel. 0733 230735 boxoffice@sferisterio.it.
 

Posted in News | Leave a comment

Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio: Il programma completo della Notte dell’Opera e il debutto di Black Aida

Grazie al sostegno di Banco Marchigiano, giovedì 29 luglio il consueto appuntamento organizzato dal Comune di Macerata in collaborazione con l’Associazione Arena Sferisterio e Confcommercio Marche Centrali

Anche quest’anno torna a Macerata la Notte dell’Opera, programmata per giovedì 29 luglio dalle ore 19 alle 24, una serata celebrativa nel segno dei cento anni dell’opera allo Sferisterio. Le zone della città coinvolte nelle attività saranno il Centro Storico, Corso Cavour e Corso Cairoli. Il programma si svolgerà naturalmente nel pieno rispetto delle norme sanitarie in vigore e con la massima attenzione e collaborazione richiesta a tutti i partecipanti, artisti e pubblico.
La serata – oltre ai sette nuovi progetti artistici vincitori del bando sostenuto da Banco Marchigiano Credito Cooperativo Italiano che, con l’Associazione Arena Sferisterio, il Comune di Macerata e Confcommercio Marche Centrali, per il quarto anno è legato all’iniziativa – sarà arricchita da altri spettacoli come Black Aida, il recital di alcuni artisti del festival, il laboratorio teatrale di UniMC, il workshop dedicato alla mostra “The Flying Dutchman” di Fabrizio Cotognini, lo spettacolo coreografico del Liceo Coreutico, e ancora postazioni trucco ispirate alla tradizione egiziana ed etiope per adulti e bambini e infine stand allestiti da Confcommercio Marche Centrali e Confartigianato Benessere. Inoltre sarà anche possibile visitare le mostre a Palazzo Ricci Dante Ferretti, effimero per errore e al GABA.MC Aida 1921 – La prima stagione lirica allo Sferisterio di Macerata nelle foto Balelli (sino alle ore 24).
 
L’ingresso agli spettacoli della Notte dell’Opera è gratuito con prenotazione obbligatoria; il dettaglio del programma è disponibile su sferisterio.it/nottedellopera2021
 
In occasione della Notte dell’Opera, alle ore 19 nel Cortile di Palazzo Buonaccorsi avrà luogo la prima rappresentazione dello spettacolo Black Aida con la drammaturgia di Simone Guerro, che cura la regia insieme a Filippo Ughi, e l’elaborazione musicale dall’Aida di Giuseppe Verdi realizzata da Gianfranco Stortoni. La storia di Aida verrà raccontata come un’antica fiaba africana, ambientata non nell’Egitto immaginato da Ghislanzoni ma in una tribù etiope, tra il reale e il simbolico. “Ogni bambina sogna di diventare principessa” sarà l’incipit della storia: una rilettura per ragazzi, bambini e famiglie che attraverso i suoni di strumenti musicali come Balafon, Kora/N’goni, Tama, Bara e il flauto africano, si avvicineranno al mondo della principessa etiope. In scena l’attrice e cantante Bintou Ouattara, originaria del Burkina Faso, il soprano Fiammetta Tofoni, diplomata in Canto presso il Conservatorio “A. Casella” di L’Aquila e l’attore e musicista Souleymane Diabaté, in arte Petit Solo, giovane percussionista di spicco del Burkina Faso. Black Aida è una coproduzione dell’Associazione Arena Sferisterio e dell’Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata (ATGTP) e sarà protagonista di una tournée prima sul territorio marchigiano e poi raggiungerà anche Como, Roma e Parma (qui di seguito il calendario in dettaglio).
 
Il Macerata Opera Festival è realizzato dall’Associazione Arena Sferisterio con Comune di Macerata, Provincia di Macerata, Ministero della Cultura, Regione Marche e grazie a un gruppo di privati fra cui il Banco Marchigiano come Major Sponsor.
Un ringraziamento particolare ai Cento Mecenati – tra cui la Fondazione Carima che quest’anno ha anche rafforzato il suo impegno – ha che sostengono attraverso Art Bonus l’attività del festival.
 
 
Notte dell’Opera – 29 luglio 2021
 
Corso Cavour
 
Ore 21 e 23
Metamorfosi, Diario di una crisalide*
Spettacolo di acrobatica aerea con musica jazz dal vivo
produzione, regia e adattamento Agnese Mastrangelo
fotografia Alberto Maroni, Massimo Zanconi
musica dal vivo Inter Play Jazz Trio
batteria Leonardo Angeletti contrabbasso Edoardo Petracci pianoforte Emanuele Quadrini
 
Ore 20 e 22
Essere amata amando. Le donne di Verdi
Violetta: ritratto di psicologia in musica*
soprano Annalisa Ferrarini pianoforte Roberto Cancemi
 
Palazzo Ugolini – ore 20, 21, 22 e 23
Ritratto di voce. Studio scenico intorno ad Aida
Laboratorio teatrale UniMC regia Antonio Mingarelli e David Quintili
direzione e coordinamento scientifico del laboratorio Maria Paola Scialdone
drammaturgia studenti del laboratorio di teatro e coro di UniMC
 
Centro Storico
 
Piazza XXX Aprile – ore 19:30 e 21:30
100×100 Amore dalla A alla V – Aida e Violetta cantano e raccontano*
soprano Gaia Matteini pianoforte Niccolò Mardoianni
 
Piazza della Libertà – ore 20.30 e 23:00
Horus*
Compagnia Teatrale Human Company
produzione e direzione artistica Giulia Elisa Massetti danzatori Federica Taffoni, Samuele Pinardo acrobata, cerchio aereo Letizia Palombarani acrobata, tessuto aereo Cecilia Troiani trampoli Michele Ricci, Ulla Silvestri
 
Cortile di Palazzo Buonaccorsi – ore 19
Black Aida
drammaturgia Simone Guerro regia Simone Guerro e Filippo Ughi
elaborazione musicale dell’Aida di Giuseppe Verdi Gianfranco Stortoni
attrice/cantante Bintou Ouattara soprano Fiammetta Tofoni
attore/musicista Petit Solo Diabatè
Coproduzione Associazione Arena Sferisterio e Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata (ATGTP)
 
Sale espositive dei Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi – ore 21
Una Notte dell’Opera sulla rotta dell’Olandese volante
Il primo workshop dedicato alla mostra “The Flying Dutchman” di Fabrizio Cotognini: un viaggio fantastico per ragazzi tra gli 8 e i 14 anni (posti limitati, info e prenotazioni tel. 0733 256361 info@maceratamusei.it)
 
Piazza Vittorio Veneto – ore 21 e 22:30
Tutto è gioia ovvero la segreta lieta storia di Rigoletto*
Coro Pueri Cantores “D. Zamberletti” di Macerata
testi Silvia Foresi e Simone Polacchi
adattamento e allestimento Simone Polacchi
pianoforte Annarosa Agostini chitarra Luca Paolucci
solisti Yuliya Poleshchuk, Petra Leonori, Bernardette Garbuglia, Tommaso Tartabini, Simone Polacchi
direttore Gianluca Paolucci
 
Piazza Mazzini – ore 21 e 22:30
Recital lirico con gli artisti del Festival
Francesco Auriemma, Francesco Fortes, Francesco Leone, Estìbaliz Martyn, Marco Puggioni, Maritina Tampakopoulos, Valeria Tornatore
pianoforte Cesarina Compagnoni, Emma Principi
proiezioni a cura di PlayMarche, spin off di UniMC
 
 
Corso Cairoli
 
Ore 20 e 23
Traviata in auto-tune
attore Filippo Paolasini (Asini Bardasci) dj Andrea Giuliani
 
Ore 20:30 e 22:30
L’altra faccia della Traviata, viaggio nella storia della vera signora delle camelie*
Associazione Liberarmonia – Orchestra Mugellini, Sinfonia di Luoghi
voce recitante Michela Morgoni danza Arianna Ilardi pianoforte Danilo Tarquini
 
Ore 19:30 e 22
Coreografie classiche, neoclassiche e contemporanee su musiche di Aida
Classi II e III del Liceo Coreutico – IIS Filelfo Tolentino
coordinati dalla docente e produttrice Alba Tiberi
 
*Spettacoli vincitori del bando realizzato con il sostegno di Banco Marchigiano Credito Cooperativo

Dalle ore 19 saranno presenti due postazioni trucco egizio ed etiope a cura delle truccatrici del Macerata Opera Festival (Corso Cavour e Corso Cairoli), due postazioni trucco per bambini a cura di Profumeria Lady e Casa del Parrucchiere (Corso Cavour e Centro Storico), uno Stand Confcommercio Marche Centrali (Centro Storico) e dei Quadri animati Confartigianato Benessere (Centro Storico).
 

Calendario Black Aida
29 luglio ore 19 Macerata (Cortile Palazzo Buonaccorsi)
30 luglio ore 18:30 Monte S. Giusto (Cortile Palazzo Comunale)
31 luglio ore 11 Valfornace (Parco Varnelli)
31 luglio ore 18:30 Sarnano
1 agosto ore 11 Urbisaglia (Abbazia di Fiastra)
1 agosto ore 18:30 Pollenza (Piazza Ricci)
2 agosto ore 18:30 Monte S. Giusto (Frazione Villa S. Filippo – Parco Montana)
7 agosto ore 18 Como (Villa Olmo)
12 settembre – Roma (Villa Pamphili)
19 settembre ore 16 e 18:30 Arcevia Parco della Rimembranza
26 settembre ore 16 Parma (Parco della Cittadella)
6 ottobre ore 17 Parma (Parco Testoni)

Posted in News | Leave a comment

Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio: debutta la rassegna Palco Reverse con D’un immortale amor nuova commissione a Silvia Colasanti con un gruppo di celebri artisti di oggi: Mariangela Gualtieri, Raffaele Pe, il Quartetto Adorno, Leonardo Ramadori e Francesco Lanzillotta

Arena Sferisterio, mercoledì 28 luglio, ore 21

La seconda settimana del Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio prevede in calendario il primo degli appuntamenti della rassegna Palco Reverse molto apprezzata dal pubblico perché permette una fruizione ravvicinata degli spettacoli, un rapporto più diretto con gli artisti pur rimanendo immersi nella magnifica cornice dello Sferisterio.
 
Mercoledì 28 luglio alle ore 21 sul palcoscenico dello Sferisterio sarà quindi la compositrice Silvia Colasanti la prima protagonista di questa piccola rassegna con il suo ultimo lavoro, commissionato appositamente dal Macerata Opera Festival, e intitolato D’un immortale amor – Musica e versi su Amore, Tempo e Morte. Ispirato alla vicenda di amore e morte di Aida, mette insieme alcune pagine musicali già esistenti della stessa Silvia Colasanti – testi e voce recitante della celebre poetessa Mariangela Gualtieri – con due sonetti di William Shakespeare (“Time Will Come” n. 64 e “Devouring Time” n. 19) musicati per questa occasione dalla compositrice e affidati in prima esecuzione assoluta alla voce del controtenore Raffaele Pe, uno degli interpreti più apprezzati del repertorio barocco e contemporaneo di oggi. La parte musicale è invece affidata al Quartetto Adorno (Edoardo Zosi e Liù Pellicciari violini, Benedetta Bucci viola, Stefano Cerrato violoncello) e alle percussioni Leonardo Ramadori; dirige Francesco Lanzillotta.
 
«L’Amore ha una gittata vastissima – scrivono Silvia Colasanti e Mariangela Gualtieri – mal sopporta barriere, divieti, limiti, condizioni. Per questo forse noi umane e umani non conosciamo amore senza dolore, come Aida e il suo Radamès, come chiunque si leghi ad un nome, ad una faccia, limitando l’incontenibile marea di questa forza. Ma proprio a noi è dato un canto, la speranza, con poesia e musica, di rendere sublime questo eterno gioco, la impossibile impresa di arginare dentro il due la forza dell’infinito, dentro il tempo questa energia immortale. Questo sublime è ciò che tenteremo di fare riverberare, con una originale scrittura scenica che terrà insieme amore e dolore, amore e morte, sia attraverso la sola musica strumentale, sia nell’intreccio tra musica e parole, in cui i suoni introducono i versi, presagendone le atmosfere, li avvolgono o li commentano, in un dialogo costante in cui si inserirà la voce di un controtenore a cantare il trascorrere inesorabile del Tempo, divoratore di ogni cosa, ma non dell’Arte».
 
Prossimi appuntamenti di Palco Reverse, mercoledì 4 agosto con “Amami” un’opera per teatro-danza, pianoforte e musica elettronica di e con Erika Rombaldoni, un viaggio musicale da Verdi a Morricone cui partecipano il pianista Roberto Barrali, mentre l’elettronica è di Alessandro Petrolati; quindi mercoledì 11 agosto sarà la volta di “Un viaggio nel belcanto”, recital del tenore marchigiano Riccardo Massi con il pianista virtuoso Francesco Libetta con pagine di Chopin, Donizetti, d’Avalos, Verdi, Liszt, Gounod, Rossini.
 
Il Macerata Opera Festival è realizzato dall’Associazione Arena Sferisterio con Comune di Macerata, Provincia di Macerata, Ministero della Cultura, Regione Marche e grazie a un gruppo di privati fra cui il Banco Marchigiano come Major Sponsor.
Un ringraziamento particolare e ai Cento Mecenati che sostengono attraverso Art Bonus l’attività del festival.

Posted in News, Senza categoria | Leave a comment

Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio: seconda settimana del festival

Martedì 27 e venerdì 30 luglio i primi crossover con Enrico Melozzi e Stefano Bollani
Mercoledì 28 luglio il primo Palco Reverse con Silvia Colasanti
Giovedì 29 luglio la Notte dell’Opera e il debutto dello spettacolo Black Aida
Nel weekend Aida e La traviata con gli aperitivi culturali e i percorsi inclusivi

Continua spedita la programmazione del Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio che, durante la settimana inaugurale, ha raggiunto lusinghieri risultati di partecipazione da parte del pubblico e con le prime recite sold out di Aida e di Traviata.
Nella seconda settimana festivaliera si intensificano accanto alle opere gli appuntamenti delle varie sezioni, con i concerti crossover, Palco Reverse e la Notte dell’Opera.

Si comincia celebrando una delle grandi tradizioni artigiane e musicali delle Marche: la fisarmonica. Martedì 27 luglio alle ore 21 allo Sferisterio torna sul podio un beniamino del pubblico maceratese, Enrico Melozzi per il primo crossover del festival: il concerto 100 Fisarmoniche realizzato in collaborazione con PIF (Premio Internazionale della Fisarmonica) Castelfidardo e con Pigini Fisarmoniche per il 75° anniversario; insieme a questa inedita orchestra di fisarmoniche provenienti da 14 conservatori e istituti musicali pareggiati ci sarà il soprano Estìbaliz Martyn per una grande serata di condivisione e festeggiamenti fra Mozart, Ravel e anche temi popolari e musica pop. Il coordinamento musicale è di Massimiliano Pitocco.

Mercoledì 28 luglio alle ore 21 sul palcoscenico dello Sferisterio la compositrice Silvia Colasanti sarà la prima protagonista della rassegna Palco Reverse. Anche quest’anno il festival propone al suo pubblico l’occasione di assistere allo spettacolo direttamente dal palcoscenico dell’arena maceratese. La Colasanti presenta il suo ultimo lavoro, commissionato appositamente dal Macerata Opera Festiaval e intitolato i D’un immortale amor – musica e versi su Amore, Tempo e Morte, ispirato alla vicenda di Aida con i testi e la voce recitante di Mariangela Gualtieri, il controtenore Raffaele Pe impegnato in due sonetti di Shakespeare Messi in musica dalla Colasanti, con il Quartetto Adorno e alle percussioni Leonardo Ramadori; dirige Francesco Lanzillotta.

Giovedì 29 luglio è dedicato interamente al programma della Notte dell’Opera, realizzata come sempre dal Comune di Macerata in collaborazione con l’Associazione Arena Sferisterio e Confcommercio Marche Centrali. Anche quest’anno, dalle ore 19, la città si anima con spettacoli – fra cui quelli vincitori del bando realizzato con il Banco Marchigiano – distribuiti in tre zone. Nel centro storico: 100×100 Amore dalla A alla V – Aida e Violetta cantano e raccontano, Horus, Tutto è gioia ovvero la segreta lieta storia di Rigoletto e il Recital lirico con gli artisti del Festival; in Corso Cairoli: Traviata in auto-tune, L’altra faccia della Traviata – viaggio nella storia della vera signora delle camelie, Mix di coreografie classiche, neoclassiche e contemporanee su musiche di “Aida” e il workshop Una Notte dell’Opera sulla rotta dell’Olandese volante; in Corso Cavour Metamorfosi, Diario di una crisalide, Essere amata amando. Le donne di Verdi e il laboratorio teatrale UniMC Ritratto di voce. Studio scenico intorno ad Aida. Gli spettacoli sono ad ingresso gratuito ma è necessaria la prenotazione su sferisterio.it/nottedellopera2021). In occasione del centenario, il pubblico è invitato a indossare qualcosa di dorato e di adottare un trucco il stile egiziano.
A Palazzo Buonaccorsi alcuni appuntamenti da non perdere. Alle ore 16 e alle ore 17 per InclusivOpera All’opera in carrozza, percorso inclusivo con le giovani guide dell’UICI e dell’ENS nelle sale del Museo della Carrozza. Alle 19 poi la prima rappresentazione dello spettacolo Black Aida con drammaturgia di Simone Guerro, che cura anche la regia insieme a Filippo Ughi, e l’elaborazione musicale dall’Aida di Verdi realizzata da Gianfranco Stortoni. La storia di Aida verrà raccontata come un’antica fiaba, tra il reale e il simbolico. “Ogni bambina sogna di diventare principessa” sarà l’incipit della storia, ma i bambini non pensano che invece dietro la figura della principessa esiste un destino che non le appartiene. Con i suoni di strumenti musicali come Balafon, Kora/N’goni, Tama, Bara e il flauto africano, sarà possibile avvicinarsi il più possibile al mondo della principessa etiope. In scena l’attrice e cantante Bintou Outtara, il soprano Fiammetta Tofoni e l’attore e musicista Petit Solo Diabatè. È una coproduzione Associazione Arena Sferisterio e Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata (ATGTP). Info e prenotazioni: sferisterio.it/nottedellopera2021.

Venerdì 30 luglio alle ore 18:30 replica di Black Aida a Monte San Giusto (Cortile di Palazzo Bonafede) e alle ore 21 allo Sferisterio secondo crossover della stagione. Stefano Bollani, celebre pianista, reduce tra l’altro da uno dei grandi successi della scorsa stagione televisiva, torna a Macerata per festeggiare il centenario della prima opera con un’altra storia d’amore, quella fra se stesso e il pianoforte: Piano Variations on Jesus Christ Superstar serata dedicata al capolavoro di Andrew LIoyd Webber e Tim Rice (a 50 anni dalla pubblicazione dell’album originale), realizzata con il benestare dello stesso compositore inglese. «Ho scelto la forma del pianoforte solo perché la storia d’amore è tra l’opera rock e me» – spiega Bollani – «E una storia d’amore cresce in bellezza se resta intima».

Tanti gli appuntamenti in programma per sabato 31 luglio: due repliche di Black Aida alle ore 11 (Valfornace, Parco Vernelli) e alle ore 18:30 (Sarnano, Piazzale delle scuole medie). Alle ore 12 al Giardino dell’ex Asilo Ricci (ingresso gratuito su prenotazione) il quarto Aperitivo culturale, iniziativa curata da Cinzia Maroni (Associazione Sferisterio Cultura): Alberto Batisti in “Parigi, o cara”: Verdi e la Francia. Alle ore 17 il percorso guidato per non vedenti Arte e Musica (Palazzo Buonaccorsi – Arena Sferisterio). Alle ore 17 – e in replica domenica 1 agosto alla stessa ora – il primo appuntamento con Note nel verde (Parco Urbano di Villa Cozza) a cura di Cesarina Compagnoni, in collaborazione con il Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo. Arie d’opera risuoneranno fra gli alberi monumentali prima delle rappresentazioni allo Sferisterio, gli incontri sono dedicati agli ospiti della Casa di Riposo, familiari e cittadinanza (ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria). Alle ore 21 allo Sferisterio l’opera La traviata con audio descrizione, regia di Henning Brockhaus e direzione di Paolo Bortolameolli (repliche domenica 8 agosto e venerdì 13 agosto).

Si chiude la seconda settimana del festival domenica 1 agosto con Black Aida alle ore 11 (Urbisaglia, Abbazia di Chiaravalle di Fiastra) e alle ore 18:30 (Pollenza, Piazza Ricci), l’ultima replica sarà lunedì 2 agosto ore 18:30 (Monte San Giusto, Villa San Filippo, Parco Giuseppe Montana). Alle ore 12 (Giardino dell’ex Asilo Ricci) l’Aperitivo culturale Ilaria Gaspari Violetta una improbabile Odette; alle ore 17 (Arena Sferisterio, Gran Sala Piero Cesanelli) una nuova attività: Esalazioni musicali nell’Aida di Verdi. Aromi sonori per l’amore, la libertà, la morte, la mummificazione, percorso multisensoriale tra profumi e aromi legati all’ambientazione di Aida, guidato dal Presidente del Museo Statale Tattile Omero Aldo Grassini che, insieme al musicologo Cristiano Veroli esploreranno come l’opera interagisce con tutti i sensi; alle ore 21 allo Sferisterio l’opera Aida con audio descrizione, regia di Valentina Carrasco e direzione di Francesco Lanzillotta (repliche sabato 7 agosto e giovedì 12 agosto).

Il Macerata Opera Festival è realizzato dall’Associazione Arena Sferisterio con Comune di Macerata, Provincia di Macerata, Ministero della Cultura, Regione Marche e grazie a un gruppo di privati fra cui il Banco Marchigiano come Major Sponsor.
Un ringraziamento particolare e ai Cento Mecenati che sostengono attraverso Art Bonus l’attività del festival.

Segue il calendario degli appuntamenti della seconda settimana del Macerata Opera Festival 2021 100×100:

martedì 27 luglio ore 21 (Arena Sferisterio) Enrico Melozzi 100 fisarmoniche, in collaborazione con PIF e Pigini Fisarmoniche

mercoledì 28 luglio ore 21 (Palcoscenico Arena Sferisterio) Silvia Colasanti D’un immortale Amor

giovedì 29 luglio ore 16 e ore 17 InclusivOpera (Museo della Carrozza, Palazzo Buonaccorsi) All’opera in carrozza
giovedì 29 luglio dalle ore 19 La Notte dell’opera
giovedì 29 luglio ore 19 (Cortile di Palazzo Buonaccorsi) Black Aida

venerdì 30 luglio ore 18:30 (Monte San Giusto, Cortile di Palazzo Bonafede) Black Aida
venerdì 30 luglio ore 21 (Arena Sferisterio) Stefano Bollani in Piano Variations on Jesus Christ Superstar

sabato 31 luglio ore 11 (Valfornace, Parco Vernelli) Black Aida
sabato 31 luglio ore 12 (Giardino dell’ex Asilo Ricci) Aperitivi culturali Alberto Batisti, “Parigi, o cara”: Verdi e la Francia
sabato 31 luglio ore 17 (Palazzo Buonaccorsi – Arena Sferisterio) InclusivOpera Arte e Musica
sabato 31 luglio ore 17 (Parco Urbano di Villa Cozza) Note nel verde
sabato 31 luglio ore 18:30 (Sarnano, Piazzale delle scuole medie) Black Aida
sabato 31 luglio ore 21 (Arena Sferisterio) La traviata con audio descrizione

domenica 1 agosto ore 11 (Urbisaglia, Abbazia di Chiaravalle di Fiastra) Black Aida
domenica 1 agosto ore 12 (Giardino dell’ex Asilo Ricci) Aperitivi culturali Ilaria Gaspari Violetta una improbabile Odette
domenica 1 agosto ore 17 (Gran Sala Piero Cesanelli, Arena Sferisterio) Percorso multisensoriale Il tatto, i suoni, i profumi di Aida
domenica 1 agosto ore 17 (Parco Urbano di Villa Cozza) Note nel verde
domenica 1 agosto ore 18:30 (Pollenza, Piazza Ricci) Black Aida
domenica 1 agosto ore 21 (Arena Sferisterio) Aida con audio descrizione

INFO e BIGLIETTERIA
I biglietti gratuiti di Black Aida possono essere prenotati tramite il sito eventbrite.it
La vendita dei biglietti è attiva online sul sito sferisterio.it e presso la biglietteria a Macerata in Piazza Mazzini 10 (martedì-sabato ore 9-12/17:30-19:30) tel. 0733 230735 boxoffice@sferisterio.it.

Posted in News | Leave a comment

Comune di Macerata e Associazione Sferisterio di Macerata con Fondazione Mediolanum insieme per Andrea Bocelli Foundation

Il 5 settembre allo Sferisterio, “E lucevan le stelle”, grandi talenti e giovani promesse insieme per una serata di musica e solidarietà con la partecipazione straordinaria di Andrea Bocelli per il nuovo progetto ABF di ricostruzione post sisma centro Italia 2016

Macerata, 24 luglio 2021 – In questi anni la Andrea Bocelli Foundation si è impegnata in modo particolare nel territorio colpito dal sisma del centro Italia nel 2016, soprattutto nella provincia di Macerata. Per questo motivo, il Comune di Macerata e l’Associazione Arena Sferisterio hanno deciso di unire le forze per organizzare uno spettacolo di raccolta fondi a beneficio della ABF, “E lucevan le stelle”, che si svolgerà il 5 settembre allo Sferisterio di Macerata. Partner grant maker sarà la Fondazione Mediolanum Onlus che raddoppierà fino a un massimo di 50.000 euro il ricavato della serata finalizzato al supporto del nuovo progetto che ABF inaugurerà a settembre, sempre nella provincia di Macerata, in accordo con il Commissario Straordinario per la Ricostruzione. Un nuovo progetto che avrà sempre come destinatari i giovani del territorio marchigiani ai quali la Fondazione vuole rinnovare e sottolineare nuovamente il proprio supporto per la costruzione di un futuro di opportunità e di sviluppo.

La vendita dei biglietti sarà aperta al pubblico a partire dal 1 agosto; sin da oggi, 24 luglio, aziende e privati che vorranno contribuire alla raccolta fondi divenendo partner della serata e/o partecipando a iniziative esclusive promosse in seno ad essa, potranno inviare manifestazione di interesse a: partner@sferisterio.it

Nell’anno del centenario dalla prima occasione in cui lo Sferisterio venne usato come teatro d’opera con “Aida” di Verdi, c’è un altro compleanno da segnare in calendario ed è quello del 5 settembre 1829, quando l’Arena veniva inaugurata con una partita di palla al bracciale. Quello che adesso conosciamo come un tempio della lirica, infatti, è nato come stadio per volere di cento famiglie maceratesi che hanno costruito questo luogo “ad ornamento della città e a diletto pubblico”.

La serata benefica, prevista per domenica 5 settembre nell’arena maceratese, sarà quindi un omaggio al “compleanno” di questo monumento che oggi è uno spazio per la lirica, la musica, l’arte in generale, elementi di grande valore capaci di far dialogare il passato con il futuro, di creare legami, di generare non solo bellezza negli animi ma anche opportunità importanti per comunità e territori come ABF con i suoi interventi auspica. La Fondazione, grazie a iniziative analoghe, ha già realizzato (in 150 giorni di cantiere per ogni attività) nel territorio delle Marche tre strutture funzionali e sicure: nel 2018 a Sarnano ha inaugurato la scuola di istruzione secondaria di primo grado “G. Leopardi”, nel 2019 a Muccia ha donato alla comunità la scuola di istruzione primaria e per l’infanzia “E. De Amicis”, mentre nel 2020 ha aperto le porte a Camerino della nuova Accademia della Musica. Fondazione Mediolanum Onlus, dopo il supporto ai progetti di ricostruzione ABF nei comuni di Sarnano e Muccia, ha scelto di essere vicina al territorio marchigiano anche in questa occasione.

Il programma della serata è in fase di definizione e prevede una parte dedicata al repertorio operistico e una parte più pop. È prevista la partecipazione straordinaria di Andrea Bocelli insieme a tanti altri artisti amici dello Sferisterio e della Andrea Bocelli Foundation. Prima della serata si terranno delle iniziative che avranno lo scopo di raccogliere ulteriori fondi quali un aperitivo con le aziende partner e la cena di beneficienza. La serata inoltre prevede una serie di attività specifiche e benefit per i partner.

I biglietti saranno disponibili presso la biglietteria dei Teatri in piazza Mazzini 10 a Macerata e sul sito vivaticket.it a partire dal 1 agosto 2021. Per supportare le iniziative legate all’evento contattare: partner@sferisterio.it

Posted in News | Leave a comment

Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio: Inaugurazione con Aida e La traviata di Verdi

Venerdì 23 luglio debutta allo Sferisterio la nuova produzione del capolavoro verdiano Aida con la direzione di Francesco Lanzillotta e la regia di Valentina Carrasco; domenica 25 luglio la ripresa della Traviata diretta da Paolo Bortolameolli e la regia di Henning Brockhaus

Sabato 24 luglio torna la danza con l’étoile Svetlana Zakharova in Pas-de-deux for toes and fingers

Accanto alle opere vari appuntamenti come le anteprime giovani, il gioco di Clementoni dedicato all’opera, gli aperitivi culturali, la mostra dedicata a Dante Ferretti e la presentazione di un libro dedicato a Verdi e Wagner.


Tutto pronto per la settimana inaugurale della 57esima edizione del
Macerata Opera Festival 2021 100×0100 Sferisterio. Il 2021 è particolarmente significativo per la storia dell’opera a Macerata: ricorrono infatti i cento anni dal primo allestimento in scena allo Sferisterio: Aida di Giuseppe Verdi il 27 luglio 1921. Sarà un festival celebrativo con tanti appuntamenti come Apertivi culturali, mostre, dialoghi, spettacoli per i più piccoli, serate allo Sferisterio di opera e concerti. Inoltre da martedì 20 luglio i negozi del centro saranno allestiti a tema in occasione del centenario.

La settimana inaugurale, apertasi lunedì 19 luglio con l’incontro dedicato a Carlo Perucci (direttore artistico dal 1967 al 1987) al quale è stato intitolato il foyer dello Sferisterio, e sarà cadenzata da incontri e i primi spettacoli in arena, come le due anteprime giovani di Aida (martedì 20 luglio ore 21) e della Traviata (mercoledì 21 luglio, ore 21), tappe conclusive del percorso “Sferisterio Education”, realizzato dall’Associazione Arena Sferisterio in collaborazione con il Comune di Macerata, AsLiCo – istituzione leader in Europa per la formazione del pubblico dei più giovani – con il sostegno di Trevalli Cooperlat, children partner del festival da tanti anni, al fianco dello Sferisterio, e di Innoliving nuovo health partner del Macerata Opera Festival che, attraverso una tecnologia innovativa, produce purificatori-sanificatori per garantire a ogni ambiente di comunità – come le classi scolastiche – aria pulita.

Martedì 20 e mercoledì 21 luglio, in collaborazione con l’Associazione Opera Europa, si svolgerà a Macerata un workshop internazionale dedicato alla scenotecnica e alla produzione: una trentina di professionisti provenienti dai maggiori teatri e festival europei che formano i forum di TechSet e di Amministrazione Artistica&Produzione si incontreranno per la prima volta in presenza dopo mesi a Macerata per discutere di nuove tecnologie e soluzioni nell’ambito della produzione dopo la pandemia, assisteranno alle prove e visiteranno il palcoscenico dello Sferisterio (l’evento riservato agli operatori iscritti a Opera Europa). 

Giovedì 22 luglio alle ore 18 nel Cortile di Palazzo Buonaccorsi l’incontro Let’s play: giochiamo, interpretiamo, suoniamo; il sovrintendente Luciano Messi dialogherà con Emanuele Vietina, Patrizia e Pierpaolo Clementoni ed Elena Di Giovanni. Verrà presentato All’Opera, primo gioco da tavolo per tutta la famiglia, che nasce dalla collaborazione tra Clementoni e l’Associazione Arena Sferisterio, per divertirsi a “vivere insieme” le storie incredibili e coinvolgenti che solo l’opera lirica sa raccontare. Attività ludico-formative e magia del teatro d’opera si incontrano quindi in questo gioco per tutte le età, con le illustrazioni di Fabio Pia Mancini, lo sviluppo di Francesco Mutignani e Francesco Berardi e la grafica di Mauro Mattei.

Per la giornata inaugurale, venerdì 23 luglio, alle ore 12 al Giardino dell’ex Asilo Ricci (ingresso gratuito su prenotazione) si apre il ciclo degli Aperitivi culturali, iniziativa curata da Cinzia Maroni (Associazione Sferisterio Cultura) con Aida, 100 anni di comunità allo Sferisterio, protagonisti i giornalisti Angelo Foletto e Carla Moreni con la regista Valentina Carrasco e il direttore Francesco Lanzillotta. Alle ore 21 allo Sferisterio la prima di Aida di Giuseppe Verdi in diretta radiofonica su Rai Radio 3. La stessa opera verdiana fu scelta nel 1921 dal Conte Pier Alberto Conti; una decisone dettata dall’amore per il soprano Francisca Solari che interpretò il ruolo della protagonista. L’opera sarà presentata in una nuova produzione affidata alla regista Valentina Carrasco, argentina, con un passato nella Fura dels Baus, e con sul podio il direttore musicale del Macerata Opera Festival, Francesco Lanzillotta. Protagonisti in scena Maria Teresa Leva (Aida), Luciano Ganci (Radames), Veronica Simeoni (Amneris), Marco Caria (Amonasro), Fabrizio Beggi (Il Re), Alessio Cacciamani (Ramfis), Francesco Fortes (Un messaggero), Maritina Tampakopoulos (Una sacerdotessa). Lo spettacolo avrà le scene di Carles Berga, i costumi di Silvia Aymonino, le coreografie di Massimiliano Volpini e le luci di Peter van Praet. L’edizione di Aida allo Sferisterio nel 2021 celebrerà anche un’altra ricorrenza: saranno infatti i 150 anni dal debutto al Cairo nel 1871. Repliche previste domenica 1 agosto, sabato 7 agosto, giovedì 12 agosto. Nelle due produzioni di quest’anno ci saranno, come sempre, la FORM (Orchestra Filarmonica Marchigiana) e il Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini” diretto da Martino Faggiani e ancora la Banda Salvadei.

Sabato 24 luglio alle ore 12 al Giardino dell’ex Asilo Ricci (ingresso gratuito su prenotazione) il secondo Aperitivo culturale dedicato alla danza: Zakharova, il destino nel nome con il critico di danza Valeria Crippa. Alle ore 18 a Palazzo Ricci l’inaugurazione (su invito) della mostra Dante Ferretti, Effimero per Errore dedicata al celebre scenografo e costumista italiano. La mostra, a cura di Pierfrancesco Giannangeli, Benito Leonori, Bianca Piacentini, sarà visitabile gratuitamente dal 25 luglio sino al 19 settembre (info: +39 0733 202942 – meridiana.mc@gmail.com, palazzoricci.it). Alle ore 21 allo Sferisterio andrà in scena il tanto atteso spettacolo di danza con l’étoile russa Svetlana Zakharova dal titolo Pas-de-deux for Toes and Fingers con la partecipazione della star del violino Vadim Repin e un gruppo di primi ballerini del Bolshoi di Mosca, come l’italiano Jacopo Tissi, Mikhail Lobukhin, Denis Savin e Vyacheslav Lopatin che saranno i partner della Zakharova in una serie di coreografie con le musiche eseguite dal vivo di Niccolò Paganini, Alexander Glazunov, Camille Saint-Saëns, George Friedrich Handel, Igor Frolov, Bruno Moretti, Pablo de Sarasate, Jules Massenet e Antonio Bazzini.

Si conclude domenica 25 luglio con tre appuntamenti il primo weekend del festival maceratese. Alle ore 12 al Giardino dell’ex Asilo Ricci (ingresso gratuito su prenotazione) il terzo Aperitivo culturale dal titolo Tra donne sole: Manon, Maria, Margherita, Violetta, in cui dialogheranno il giornalista Enrico Girardi con Henning Brockhaus e Paolo Bortolameolli. Alle ore 18 nel Cortile di Palazzo Buonaccorsi Alberto Mattioli presenterà il libro di Fabio Larovere e Andrea Faini V e W. Perché non possiamo fare a meno di Giuseppe Verdi e Richard Wagner (Compagnia della Stampa – Massetti Rodella Editore, 2021). Alle ore 21 allo Sferisterio la prima dell’opera La traviata di Giuseppe Verdi. Lo spettacolo – allestimento dell’Associazione Arena Sferisterio vincitore del Premio Abbiati 1993 – è fra i più rappresentativi e iconici delle produzioni allo Sferisterio degli ultimi trent’anni. La traviata “degli specchi”, ideata nel 1992 (e ripresa poi per altre sette edizioni sino al 2018) da Josef Svoboda e Henning Brockhaus, quest’anno sarà riallestita con novità registiche e coreografiche. I costumi sono di Giancarlo Colis, le coreografie di Valentina Escobar e le luci dello stesso Brockhaus e di Fabrizio Gobbi. Sul podio il giovanissimo talento Paolo Bortolameolli. Nel ruolo della protagonista il soprano Claudia Pavone, festeggiata Gilda nel Rigoletto del 2019, insieme a Marco Ciaponi (Alfredo), Sergio Vitale (Giorgio Germont), Valeria Tornatore (Flora Bervoix), Annina (Estìbaliz Martyn), Sergio Vitale (Giorgio Germont), Marco Puggioni (Gastone), Francesco Auriemma (Il Barone Duphol), Stefano Marchisio (Il Marchese D’Obigny), Francesco Leone (Il Dottor Grenvil). Repliche previste sabato 31 luglio, domenica 8 agosto, venerdì 13 agosto.

Il Macerata Opera Festival è realizzato dall’Associazione Arena Sferisterio con Comune di Macerata, Provincia di Macerata, Ministero della Cultura, Regione Marche e grazie a un gruppo di privati fra cui il Banco Marchigiano come Major Sponsor.

Un ringraziamento particolare e ai Cento Mecenati che sostengono attraverso Art Bonus l’attività del festival.

Segue il calendario degli appuntamenti della prima settimana del Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio: 

lunedì 19 luglio ore 18 (Gran Sala Piero Cesanelli, Sferisterio) Carlo Perucci, costruttore di visioni. La nascita del sistema lirico delle Marche tra progetto culturale, crescita sociale e sviluppo produttivo. 

Lunedì 19 luglio ore 19:30 (Sferisterio) Intitolazione del foyer a Carlo Perucci

martedì 20 luglio Workshop internazionale Opera Europa

martedì 20 luglio ore 21 (Arena Sferisterio) Anteprima Aida

mercoledì 21 luglio Workshop internazionale Opera Europa

mercoledì 21 luglio ore 21 (Arena Sferisterio) Anteprima La traviata

giovedì 22 luglio ore 18:30 (Cortile di Palazzo Buonaccorsi) Let’s play: giochiamo, interpretiamo, suoniamo

venerdì 23 luglio ore 12 (Giardino dell’ex Asilo Ricci) Aperitivi culturali Angelo Foletto, Carla Moreni, Valentina Carrasco, Francesco Lanzillotta Aida, 100 anni di comunità allo Sferisterio

venerdì 23 luglio ore 21 (Arena Sferisterio) Aida

sabato 24 luglio ore 12 (Giardino dell’ex Asilo Ricci) Aperitivi culturali Valeria Crippa Zakharova, il destino nel nome

sabato 24 luglio ore 18 (Palazzo Ricci) Dante Ferretti, Effimero per Errore

sabato 24 luglio ore 21 (Arena Sferisterio) Svetlana Zakharova in Pas-de-deux for toes and fingers

domenica 25 luglio ore 12 (Giardino dell’ex Asilo Ricci) Aperitivi culturali Enrico Girardi, Henning Brockhaus, Paolo Bortolameolli, Tra donne sole: Manon, Maria, Margherita, Violetta

domenica 25 luglio ore 18 (Cortile di Palazzo Buonaccorsi) Alberto Mattioli presenta il libro Ve W. Perché non possiamo fare a mano di Giuseppe Verdi e Richard Wagner Fabio Larovere e Andrea Faini

domenica 25 luglio ore 21 (Arena Sferisterio) La traviata

 

INFO e BIGLIETTERIA

La vendita dei biglietti è attiva online sul sito sferisterio.it e presso la biglietteria a Macerata in Piazza Mazzini 10 (martedì-sabato ore 9-12/17:30-19:30) tel. 0733 230735 boxoffice@sferisterio.it.

Posted in News | Leave a comment

Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio: La grande danza torna allo Sferisterio con l’étoile Svetlana Zakharova

Per Pas-de-deux for Toes and Fingers accanto alla danzatrice, il violinista Vadim Repin e un gruppo di primi ballerini del Bolshoi
 
Macerata, Sferisterio, sabato 24 luglio ore 21

Nel weekend inaugurale del Macerata Opera Festiva 2021, edizione celebrativa 100×100 Sferisterio, accanto alle opere brilla la grande danza con un’ospite d’eccezione: l’étoile russa Svetlana Zakharova protagonista sabato 24 luglio alle ore 21 (ultimi biglietti ancora disponibili) di uno spettacolo molto particolare dal titolo “Pas-de-deux for Toes and Fingers” con la partecipazione della star del violino Vadim Repin e di un gruppo di primi ballerini del Bolshoi di Mosca, come l’italiano Jacopo Tissi (considerato dalla critica l’erede di Roberto Bolle), Mikhail Lobukhin, Denis Savin e Vyacheslav Lopatin. In scena, accanto ai ballerini e a Repin, ci sarà anche la FORM Orchestra Filarmonica Marchigiana che eseguirà le pagine musicali in programma. La serata è sostenuta da Astea Energia – Gruppo SGR.
 
L’étoile del balletto Svetlana Zakharova e il virtuoso del violino Vadim Repin sono una coppia nell’arte e nella vita: la loro presenza vuole anche essere un omaggio del Festival all’amore di Pier Alberto Conti per Francisca Solari che rese possibile la prima opera lirica allo Sferisterio nel 1921. Questa coppia di artisti contemporanei caratterizza lo spettacolo in scena il 24 luglio, costruito proprio sulla loro presenza e sul loro rapporto personale e professionale, con coreografie e pagine musicali del grande repertorio classico – da Paganini alla “Morte del cigno” sulle note di Saint-Saëns, dalle coreografie di Bigonzetti a quelle di Fokine e Petipa – che costituiscono un inedito duetto “sulle punte e sulle dita”.
 
Il Macerata Opera Festival è realizzato dall’Associazione Arena Sferisterio con Comune di Macerata, Provincia di Macerata, Ministero della Cultura, Regione Marche e grazie a un gruppo di privati fra cui il Banco Marchigiano come Major Sponsor.
Un ringraziamento particolare ai Cento Mecenati – tra cui la Fondazione Carima che quest’anno ha anche rafforzato il suo impegno – che sostengono attraverso Art Bonus l’attività del festival.
 
INFO e BIGLIETTERIA
La vendita dei biglietti (ancora disponibili) è attiva online sul sito sferisterio.it e presso la biglietteria a Macerata in Piazza Mazzini 10 (martedì-sabato ore 9-12/17:30-19:30) tel. 0733 230735 boxoffice@sferisterio.it
Il costo è da 10 a 150 euro.
 
 
sabato 24 luglio 2021
Arena Sferisterio – ore 21
 
Pas-de-deux for Toes and Fingers
étoile Svetlana Zakharova
violino Vadim Repin
e con Mikhail LobukhinDenis SavinJacopo TissiVyacheslav Lopatin
 
Orchestra Filarmonica Marchigiana
 
La serata è sostenuta da asteaenergia
 
Variazioni su Il Carnevale di Venezia op. 10
musica Niccolò Paganini
 
“Adagio” da Raymonda
musica Alexander Glazunov
coreografia Marius Petipa e Asami Maki
con Svetlana Zakharova e Mikhail Lobukhin
 
Introduzione e Rondò Capriccioso op. 28
musica Camille Saint-Saëns
 
“Preludio” e “Pas-de-deux 2” da Progetto Händel
musica Georg Friedrich Händel
coreografia Mauro Bigonzetti
con Svetlana Zakharova e Denis Savin
 
Divertimento per due violini e orchestra d’archi
musica Igor Frolov
del violinista Alessandro Cervo
 
Caravaggio
musica Bruno Moretti da Claudio Monteverdi
coreografia Mauro Bigonzetti
con Svetlana Zakharova, Jacopo Tissi
 
Zigeunerweisen op. 20
musica Pablo de Sarasate
 
La morte del cigno
musica Camille Saint-Saëns
coreografia Mikhail Fokine
con Svetlana Zakharova
 
“Meditation” da Thaïs
musica Jules Massenet
 
Scherzo fantastico “La ronde des lutins” op. 25
musica Antonio Bazzini
coreografia Johan Kobborg
con Svetlana Zakharova, Mikhail Lobukhin e Vyacheslav Lopatin
 

Posted in News | Leave a comment

Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio: Si presenta All’Opera, nuovo gioco di Clementoni per scoprire l’opera lirica

Giovedì 22 luglio alle 18 nel Cortile di Palazzo Buonaccorsi l’incontro Let’s play: giochiamo, interpretiamo, suoniamo

In occasione del Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio, nella patria di Clementoni, non poteva mancare un nuovo gioco ispirato al mondo della lirica: giovedì 22 luglio alle ore 18, nel Cortile di Palazzo Buonaccorsi, ci sarà quindi l’incontro Let’s play: giochiamo, interpretiamo, suoniamo per presentare All’Opera, primo gioco da tavolo per tutta la famiglia, che nasce proprio dalla collaborazione tra Clementoni e l’Associazione Arena Sferisterio, per divertirsi a “vivere insieme” le storie che solo l’opera lirica sa raccontare. Il sovrintendente Luciano Messi dialogherà con Patrizia Clementoni (Presidente Clementoni spa), Pierpaolo Clementoni (Direttore ricerca avanzata e area test Clementoni spa), Emanuele Vietina (Direttore Lucca Comics & Games) ed Elena Di Giovanni (consulente per l’accessibilità e l’inclusione Macerata Opera Festival).
L’ingresso è gratuito con prenotazione su https://www.eventbrite.it/e/biglietti-lets-play-giochiamo-interpretiamo-suoniamo-162686147647
L’incontro nasce per esplorare il legame tra gioco, recitazione e musica, a partire dalle diverse, ma tra loro collegate, accezioni termine “play” nell’ambito culturale (come luogo di sperimentazione) e nel gioco (come strumento di inclusione anche intergenerazionale); caratteristiche, potenzialità e connessioni del mondo ludico con quello del teatro e della musica che trovano nella programmazione del Macerata Opera Festival non pochi riferimenti.
 
«La collaborazione con il MOF è nata, e cresciuta negli anni in modo naturale e spontaneo – afferma Patrizia Clementoni – La musica è cultura, l’Opera è cultura e per un’azienda come Clementoni è stato naturale legarsi allo Sferisterio e alle sue attività di divulgazione. Nata come attività di collaborazione e supporto ad una importante istituzione del territorio, la collaborazione con lo Sferisterio è diventata negli anni un modo per portare l’Opera in azienda e avvicinare a questo mondo tanti dipendenti Clementoni che fino a quel momento non avevano avuto l’occasione di frequentarlo. È stata poi una naturale evoluzione di questo percorso la creazione di un gioco che porta l’Opera, in formato gioco e in un modo fruibile per tutti e divertente, nelle case di tante famiglie italiane».
 
All’Opera è un gioco basato su AidaTurandot e Il barbiere di Siviglia; contiene 3 fondali, 12 schede personaggio, 5 oggetti di scena, 66 carte, 9 oggetti di trama. Le illustrazioni sono di Fabio Pia Mancini, lo sviluppo di Francesco Mutignani e Francesco Berardi e la grafica di Mauro Mattei.
Si tratta di un gioco di recitazione e narrazione, fatto di bivi e risvolti di trama, dove le strade si incrociano e i protagonisti superano diverse prove per giungere al finale dell’opera. Adulti e bambini insieme sono protagonisti stessi della trama, potendo così dar sfogo alla fantasia, apprendendo, rielaborando e reinterpretando le opere e le melodie più famose.
Un eroico comandante egizio innamorato di una schiava etiope, una principessa cinese misteriosa e imperscrutabile, un ingegnoso barbiere in aiuto di due innamorati, sono solo alcuni dei personaggi che bambini e adulti potranno far vivere insieme. Reinterpretare le grandi opere liriche di Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini e Gioachino Rossini, prendere decisioni e superare prove divertenti per giungere ai finali conosciuti o a quelli più inaspettati. Create storie, cantare le melodie più famose e conquistare gli applausi del pubblico: attività ludico-formative e magia del teatro d’opera si incontrano quindi in questo gioco per tutte le età.
 
All’Opera fa parte della linea “Play for Future”, prodotti ecosostenibili che nascono con l’intento di costruire un futuro migliore, caratterizzati dal marchio con una foglia a forma di cuore, realizzati con materiali 100% riciclati o naturali, legno ricavato da foreste sostenibili, materie di alta qualità non tossiche. Grazie al gioco, Clementoni si impegna così a trasmettere ai più piccoli il valore della sostenibilità (ulteriori dettagli su clementoni.com/playforfuture).
 
Il gioco sarà in vendita dal 30 luglio nell’e-shop Clementoni e nei bookshop Sistema Museo al prezzo consigliato di euro 19.90.

Posted in News | Leave a comment

Macerata Opera Festival 2021 100×100 Sferisterio: le attività che segnano l’apertura del festival e delle celebrazioni per il centenario

Si entra nel vivo delle attività che segnano l’apertura del festival e delle celebrazioni per il centenario
 

 

A poco più di una settimana dall’inizio del Macerata Opera Festival 100×110 Sferisterio, si intensificano gli appuntamenti che segnano le celebrazioni del centenario con una serie di incontri, mostre, convegni e incontri dedicati a questa ricorrenza.
 
Giovedì 15 luglio, due appuntamenti allo Sferisterio legati alla storia dell’Opera in città. Alle ore 18, nella Gran Sala Piero Cesanelli, avrà luogo il convegno Francisca Solari, soprano con gli interventi di Livia Brillarelli (“Con gli occhi di Francisca”) e Andrea Foresi (“L’Italia musicale del 1921”). Un omaggio al soprano e all’amore del Conte Pier Alberto Conti verso di lei, ragione che lo spinse ad allestire l’Aida del 1921, con la Solari protagonista. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria su www.eventbrite.it A seguire, alle ore 19, nel corridoio Innocenziano verrà inaugurata la mostra Manifestival. Lo Sferisterio e la lirica attraverso i manifesti (ingresso su inviti). L’Associazione Arena Sferisterio – Macerata Opera Festival, in collaborazione con il Comune di Macerata, ha raccolto manifesti, locandine e cartoline promozionali che hanno accompagnato le 57 stagioni liriche. Una mostra resa possibile grazie all’amore per l’opera e per la città di due maceratesi, Andrea Francalancia e Pietro Molini, che negli anni hanno pazientemente raccolto ogni singolo materiale, per tramandare quanto di bello lo Sferisterio ha realizzato. La mostra sarà visitabile dal 16 luglio al 31 agosto (Info e prenotazioni: + 39 0733 271709 – macerata@sistemamuseo.it – sferisterio.it/manifesta100).
Sempre giovedì 15 luglio ma alle 17 si inaugura anche una mostra dell’Accademia di Belle Arti dedicata all’Aida, da GA.BA.MC Young: “AIDA. Altre Idee Da Aida” da un’idea di Enrico Pulsoni, docente del corso di scenografia, di Stefano Sasso docente del corso di sound design e con i lavori degli studenti: Aurora Carassai, Chiara Cingolani, Chiara Ulisse, Federica Angelini, Francesca Zu’, Han Yan Zheng, Lorenzo Siciliano, Luca Luchetti, Melissa Stizza, Sophia Ruffini, Stamira D’amico, Teresa Marinucci, Tian Ding (aperta sino al 30 luglio, ingresso gratuito).
 
Venerdì 16 luglio, alle ore 18 nel Cortile di Palazzo Buonaccorsi l’incontro 1921-2021: le foto dell’archivio Balelli tra passato e futuro. In occasione della nuova edizione del libro Aida 1921 Barbara Minghetti dialoga con Valentina Carrasco, Emanuela Balelli, Alessandra Sfrappini (in collaborazione con Centro Studi “Carlo Balelli” per la Storia della Fotografia). L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria su www.eventbrite.it.
 
Sabato 17 luglio alle ore 18.30 a Palazzo Buonaccorsi verrà inaugurata la mostra (ingresso su invito) The Flying DutchmanUn progetto di Fabrizio Cotognini organizzata dal Comune di Macerata in coincidenza con il festival del centenario. Curata da cura Riccardo Tonti Bandini, sarà visitabile dal 18 luglio sino al 30 settembre (Info e prenotazioni: + 39 0733 256361 – info@maceratamusei.it)
 
La settimana inaugurale si apre lunedì 19 luglio, alle ore 18 (Gran Sala Piero Cesanelli) con un convegno dedicato a “Carlo Perucci – Costruttore di visioni”. Organizzatore musicale, nato a San Benedetto cento anni fa, Perucci è stato il fondatore della stagione lirica allo Sferisterio nel 1967. Della sua figura e della “nascita del sistema lirico nelle Marche tra progetto culturale, crescita sociale e sviluppo produttivo” ne parleranno Giovanni Filosa con Gianni Gualdoni, Elisabetta Perucci, Katiuscia Cassetta, Luca Butini, Luciano Messi. Alle ore 19.30 “A Carlo Perucci, ideatore visionario e infaticabile costruttore della stagione lirica maceratese” sarà quindi dedicato il foyer dello Sferisterio. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria su www.eventbrite.it
 
Il Macerata Opera Festival è realizzato dall’Associazione Arena Sferisterio con Comune di Macerata, Provincia di Macerata, Ministero della Cultura, Regione Marche e grazie a un gruppo di privati fra cui il Banco Marchigiano come Major Sponsor.
Un ringraziamento particolare ai Cento Mecenati – tra cui la Fondazione Carima che quest’anno ha anche rafforzato il suo impegno – ha che sostengono attraverso Art Bonus l’attività del festival.

 
Posted in News | Leave a comment