Iscriviti alla newsletter

Le 5 cose più glamour da fare al Macerata Opera Festival

1. Degusta una verticale di vino DOC marchigiano in un luogo inusuale come il loggione dello Sferisterio, tutti i giorni delle rappresentazioni alle ore 19: è un’occasione riservata solamente alle prime 20 persone che prenoteranno scrivendo a b2b@sferisterio.it (costo: 20€).

2. Il top del glamour unito all’offerta per i più vip: prenotare un intero palco per una serata e avere all’interno l’esclusivo servizio catering durante la rappresentazione.

3. Venire al festival con una BMW i8 come quella che Cascioli Spa mostrerà in anteprima il 20 luglio: il massimo del glamour #verdesperanza, perché è ecosostenibile grazie al motore elettrico plug-in.

4. Arrivare puntuali è sempre più un lusso per pochi, ma è di notevole prestigio come ricorda T.W.S. Express Courier: lo sponsor della puntualità.

5. Per riscoprire e gustare i vini marchigiani, le cantine più suggestive del maceratese si riempiono di musica ospitando – ogni domenica pomeriggio del festival alle ore 17.30 – alcuni concerti in cantina. Si comincia il 22 luglio a Civitanova Marche presso le Cantine Fontezoppa per un appuntamento dedicato al libro best-seller della musica del 2018 Meno grigi più Verdi di Alberto Mattioli (Garzanti) che sarà presente con Barbara Minghetti e Francesco Lanzillotta; il 29 luglio presso la Cantina Colognola della Tenuta Musone di Cingoli concerto di Ornitophonica, quindi il Quartetto F.A.T.A. con HOPE…ra! sarà ospite di Villa Sant’Isidoro a Colbuccaro di Corridonia e infine gli ottoni del Salvadei Brass animeranno con Opera&Song le Cantine Saputi di Colmurano. I Concerti in cantina sono realizzati in collaborazione con IMT – Istituto marchigiano di tutela vini, e rappresentano un momento molto atteso dagli spettatori del Macerata Opera Festival, soprattutto i turisti (la degustazione ha un costo di 10€).