Tutto pronto a Macerata per la nuova edizione della Rassegna di Nuova Musica

Uno delle più importanti rassegne internazionali dedicate alla musica contemporanea nella città marchigiana dal 18 al 21 marzo

Si svolgerà a Macerata dal 18 al 21 marzo 2019 la XXXVII Rassegna di Nuova Musica una delle più importanti manifestazioni europee della scena musicale contemporanea.
A breve il programma completo della nuova edizione organizzata della rassegna di Nuova Musica firmata dal direttore artistico Gianluca Gentili che accoglierà, fra il Teatro Lauro Rossi e l’Asilo Ricci, alcuni fra i più importanti esecutori e compositori di oggi.
Secondo alcune anticipazioni sul programma si ascolteranno pagine di György Ligeti, Helmut Lachenmann, Sofija Guibadulina, Nicola Sani, Stefano Gervasoni, Francesco Filidei e naturalmente di Stefano Scodanibbio.
 
I dettagli saranno presentati nel corso di una conferenza stampa fissata a Macerata (Foyer del Teatro Lauro Rossi) lunedì 25 febbraio alle ore 12.
 
Realizzata con il contributo del Comune di Macerata e con il supporto logistico/organizzativo dell’Associazione Arena Sferisterio, la Rassegna di Nuova Musica si avvale della collaborazione dell’UNIMC e dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”.
Importante presenza è inoltre quella dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana con la quale il Festival ha realizzato negli ultimi anni numerosi progetti originali.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Il Macerata Opera Festival alla BIT per proporre agli operatori internazionali l’edizione 2019

Il Macerata Opera Festival è stato protagonista dell’evento “La bellezza infinita” organizzato ieri sera in occasione della Borsa Internazionale del Turismo – in corso in questi giorni a Milano – da Regione Marche in collaborazione con Vanity Fair e Condé Nast Traveller. Il Salone degli Affreschi dei Chiostri di San Barnaba è stato la cornice dell’iniziativa, condotta da Paolo Notari, che ha visto celebrare le eccellenze marchigiane: dal bicentenario del celebre componimento L’infinito di Giacomo Leopardi, ai capolavori di Raffaello Sanzio commentati da Vittorio Sgarbi, all’esibizione di Saturnino, compositore e produttore ascolano che proposto un dj set ispirato alle musiche di Gioachino Rossini.

Il momento del Macerata Opera Festival è stato interamente dedicato alla prossima edizione dal tema #rossodesiderio, che vedrà Carmen di Bizet, Macbeth e Rigoletto di Verdi alternarsi sul palcoscenico dello Sferisterio dal 19 luglio al 4 agosto 2019. Ad esibirsi il mezzosoprano Francesca Di Sauro che ha intonato la celebre Habanera, accompagnata al pianoforte da Cesarina Compagnoni, e sulle cui note ha danzato Maria Novella Della Martira. È stata quindi la direttrice artistica Barbara Minghetti a chiudere la serata con un intervento dedicato alle attività del MOF.

L’appuntamento alla BIT fa parte di una serie di attività di promozione del Macerata Opera Festival intraprese nei mesi scorsi già al World Trade Market di Londra e alla TTG di Rimini, registrando sempre un grande interesse da parte degli agenti di settore. La programmazione dello Sferisterio sarà ancora promossa alla F.R.E.E. di Monaco e all’ITB di Berlino.

Posted in News | Leave a comment

I Cento Mecenati nella top ten del concorso “Progetto Art Bonus dell’anno”

Per la seconda volta il progetto di sostegno dello Sferisterio è fra i più votati d’Italia

Ancora un successo per il progetto dei Cento Mecenati promosso dall’Associazione Arena Sferisterio, posizionatosi al quarto posto del concorso “Progetto Art Bonus dell’anno” promosso da Ales spa, (Società responsabile del programma di gestione e promozione dell’Art Bonus per conto del Ministero per i beni e le attività culturali), con Promo PA Fondazione – LuBeC.

Il progetto legato al sostegno dello Sferisterio da parte di Cento mecenati, su modello degli originari promotori Cento consorti, è entrato nella top ten dei più votati, quarto sui 117 progetti selezionati (sugli oltre 1.100 totali). Le preferenze (in totale 10.204) venivano espresse direttamente sulla piattaforma www.concorsoartbonus.itNei primi tre posti il Palazzo dei Priori di Perugia, l’affresco dell’Albero della Fecondità di Massa Marittima in Toscana e il Museo-Giardino della Civiltà della Seta in Racconigi (Cuneo). Questo ottimo piazzamento è ancora più importante perché il progetto dei Cento Mecenati è l’unico della top ten legato al mondo dell’opera e con il Kilowatt Festival di Sansepolcro (settimo posto) condivide la caratteristica di non essere destinato a un bene culturale immobile, a un restauro o a una riqualificazione, ma al mondo dello spettacolo.
Unico fra i progetti marchigiani a rientrare fra la decina dei più votati, il progetto dei Cento Mecenati ha riscosso più successo di iniziative legate a monumenti e istituzioni di ampio impatto mediatico come il Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera, i Musei Reali di Torino e la Biblioteca Marciana d Venezia.

L’Associazione Arena Sferisterio si augura che la soddisfazione per questo nuovo traguardo possa gratificare tutti coloro che già sostengono l’attività del festival maceratese, incoraggiarne la riconferma e favorire nuovi ingressi.
L’adesione ai Cento Mecenati avviene attraverso Art Bonus, misura fiscale promossa dal MIBAC per favorire il sostegno dei privati al finanziamento della cultura: la normativa prevede agevolazioni fiscali del 65% in tre anni. Chi decide ad esempio di sostenere lo Sferisterio aderendo ai Cento Mecenati con 1000 euro, ne recupera 650 sotto forma di credito d’imposta.
 
Per informazioni sui Cento Mecenati: mecenati@sferisterio.it, tel. 346 8581624.

Posted in News | Leave a comment

Barbara Minghetti e Graham Vick fra i 35 personaggi dell’anno scelti dal mensile Classic Voice

La direttrice artistica e il regista del Flauto magico numeri uno delle categorie “Manager/istituzioni” e “Opera” per il loro impegno al Macerata Opera Festival

“Classic Voice”, fra i mensili italiani di riferimento del settore, musicale ha svolto un sondaggio fra tutti i critici della rivista, chiedendo di segnalare le personalità che si sono particolarmente distinte nel 2018.

“L’anno che verrà”, titolo dell’articolo pubblicato sul numero di “Classic Voice” di dicembre in edicola in questi giorni, riassume i risultati di questo sondaggio e presenta trentacinque nomi divisi in sette categorie: in testa a quella “Manager/Istituzioni” c’è Barbara Minghetti, direttrice artistica del Macerata Opera Festival, mentre al primo posto dell’“Opera” c’è Graham Vick, regista della nuova produzione del Flauto magico di Mozart in scena la scorsa estate allo Sferisterio.

«L’ultimo Festival di Macerata» – si legge a proposito della categoria “Manager/Istituzioni” – ha conquistato per “felice scelta del cartellone, ottimo lavoro sul territorio e ricchezza di eventi collaterali” (Elvio Giudici), frutto del lavoro della direttrice artistica Barbara Minghetti. A Macerata si è fatto davvero un festival, somministrando proposte registiche e direttoriali varie, diverse e ben integrate, eventi collaterali, il tutto in uno spazio rappresentativo unico, con pubblico “glocal”».

Dettagli maceratesi anche nelle parole dei critici che hanno motivato la scelta nei confronti dell’Inglese: «La carica innovativa delle regie di Graham Vick (solo per restare agli ultimi approdi: Bohème, Flauto magico e Nozze di Figaro ) è sottolineata da Giovanni Chiodi, mentre Foletto mette il regista inglese ancora un passo davanti a tutti per come ha saputo ricostruire lo spazio “impossibile” dello Sferisterio con il suo Flauto politico, dove “porta in palcoscenico un centinaio di figuranti – anche immigrati – che si prendono la scena e alla fine improvvisano come i veri protagonisti”. Una nuova prospettiva registica all’insegna del dialogo sociale e “partecipato” con il testo operistico, già annunciato dall’irripetibile Stiffelio al Farnese di Parma».

Posted in News, Senza categoria | Leave a comment

Macerata Opera Festival #rossodesiderio: i cast

Si completa con i cast il programma operistico dell’edizione 2019 composto da Carmen, Macbeth e Rigoletto
Parte il web contest #ilmiodesiderio
In vendita biglietti e mini abbonamenti e, fino a Natale, la Macerata Card per i residenti

Con l’annuncio dei cast delle tre opere in programma – Carmen, Macbeth e Rigoletto – si aggiungono importanti dettagli nel programma del Macerata Opera Festival 2019 #rossodesiderio. Le locandine delle opere rivelano le scelte condivise dal sovrintendente Luciano Messi, dal direttore artistico Barbara Minghetti e dal direttore musicale Francesco Lanzillotta: alcuni giovani artisti, affermatisi nell’edizione 2018, torneranno annualmente, legando così la propria carriera all’arena maceratese: è il caso del tenore Giovanni Sala e del soprano Valentina Mastrangelo che, già protagonisti del Flauto Magico nel 2018, nell’estate 2019 saranno impegnati come Macduff in Macbeth e Micaëla in Carmen. Quindi ci sarà il debutto di Alex Esposito come Banco nel Macbeth – altro ritorno dopo il 2018 – e alcune novità, come il mezzosoprano statunitense Irene Roberts nel ruolo di Carmen, il soprano Saioa Hernandez che, dopo l’Attila inaugurale alla Scala, sarà Lady Macbeth, e il tenore Enea Scala come Duca di Mantova nel Rigoletto, o ancora Migran Agadzhanyan (Don José) e Amartuvshin Enkhbat (Rigoletto).

La 55a edizione del festival maceratese si inaugurerà quindi con una nuova produzione del capolavoro di Georges Bizet Carmen, che andrà in scena il 19 e 28 luglio e il 3 e 10 agosto: sul podio il direttore musicale Francesco Lanzillotta e la regia affidata a Jacopo Spirei, fra i migliori talenti italiani della generazione dei quarantenni; le scene e i costumi sono di Mauro Tinti, le luci di Giuseppe Di Iorio. Protagonisti vocali, la già citata Irene Roberts (Carmen), Migran Agadzhanyan (Don José), David Bizic (Escamillo), Valentina Mastrangelo (Micaëla).

Spazio poi a due allestimenti di grande successo per altrettanti titoli capitali del catalogo di Giuseppe Verdi: Macbeth con la regia di Emma Dante – spettacolo vincitore dell’Angel Herald Award di Edimburgo nel 2017 – , coprodotto dall’Associazione Arena Sferisterio insieme al Teatro Massimo di Palermo e al Regio di Torino, che vedrà sul podio Francesco Ivan Ciampa (20 e 26 luglio; 4 agosto); quindi un riallestimento dell’acclamato Rigoletto andato in scena a Macerata nel 2015 con la rutilante regia di Federico Grazzini e la direzione di Giampaolo Bisanti (21 e 27 luglio, 2 e 9 agosto).

Per Macbeth, che vanta le scene di Carmine Maringola, i costumi di Vanessa Sannino e le luci di Cristian Zucaro, saranno in scena Roberto Frontali (Macbeth), Saioa Hernandez (Lady Macbeth), Giovanni Sala (Macduff) e Alex Esposito (Banco). Per Rigoletto invece, con le scene di Andrea Belli, i costumi di Valeria Donata Bettella e le luci di Alessandro Verazzi, ci saranno Amartuvshin Enkhbat (Rigoletto), Claudia Pavone (Gilda), Enea Scala (Il duca di Mantova), Simon Orfila (Sparafucile) e Martina Belli (Maddalena).

Per tutte le opere l’orchestra sarà sempre la Filarmonica Marchigiana e il Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini” diretto per il festival da Martino Faggiani.

Legato al tema #rossodesiderio, un nuovo web contest #ilmiodesiderio: fino al 31 dicembre il pubblico potrà inviare i propri desideri per il nuovo anno: desideri personali ma anche universali, desideri piccoli o speranze irrealizzabili. Il festival sceglierà i sei desideri più belli e i loro autori riceveranno due biglietti per il Macerata Opera Festival 2019. Questi sei desideri saranno poi votati online e anche dal pubblico del festival per stabilire il vincitore #rossodesiderio 2019.

Risale invece ad alcune settimane fa l’apertura del bando per partecipare alla seconda edizione del Concorso Macerata Opera 4.0 / #rossodesiderio con il quale verrà selezionato il quarto titolo teatrale da rappresentare nell’estate 2019. Al Concorso – al quale possono partecipare singoli professionisti, team artistici e associazioni, italiani o stranieri, i cui componenti (tutti) non abbiamo superato i 35 anni al 11 agosto 2019 – sono ammessi progetti originali di ogni forma di teatro musicale (opera, spettacolo di teatro musicale, installazione, performance, progetti audiovisivi, danza, videoart…), riferiti al tema del Macerata Opera Festival 2019: #rossodesiderio. La scadenza è fissata per il 31 gennaio.

I prezzi dei biglietti rimangono invariati, dai 25 euro del settore Giallo ai 150 del settore Platino.
Importante novità fra le offerte di biglietteria, la possibilità di acquistare abbonamenti a tre opere – con uno sconto del 20% nei settori Verde o Giallo – o a due opere, con lo sconto del 15% nel settore Platino o Verde.

Confermati gli sconti over65 e anche la formula roulette per gli stessi over 65 e gli under30 che possono comprare il biglietto senza assegnazione di posto a un prezzo fisso di 25 euro e la sera dello spettacolo assegnato viene assegnato il posto migliore disponibile). Grazie al children partner TreValli i bambini entrano a 1euro se accompagnati da un adulto.
Fino a Natale – esattamente sino al 23 dicembre –, torna la Macerata Card: mostrando la propria carta di identità, i residenti a Macerata avranno la possibilità di acquistare due biglietti scontati del 20% e potranno diventare anche ambasciatori della città, dando la possibilità a un amico non residente di usufruire di uno sconto del 10% sull’acquisto di due biglietti.
L’ultima recita di Carmen (10 agosto) sarà dedicata al charity partner #rossodesiderio (che verrà annunciato entro l’anno), cui andranno i 2 euro aggiuntivi del biglietto.

La vendita è aperta online e nella biglietteria di Macerata (piazza Mazzini 10), dal martedì al sabato, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, tel. 0733230735 boxoffice@sferisterio.it.

Posted in News | Leave a comment

Sferisterio e Macerata al Forum della Cultura di San Pietroburgo

Macerata e lo Sferisterio al Forum internazionale della Cultura di San Pietroburgo

Il Sindaco Romano Carancini e la direttrice artistica Barbara Minghetti fra i professionisti della cultura accreditati. L’Italia paese ospite insieme al Qatar

Il VII Forum internazionale della Cultura di San Pietroburgo ha riunito 35.000 persone, di cui 13.000 professionisti e manager delle migliori istituzioni culturali di tutto il mondo: paese ospite, insieme al Qatar, l’Italia, presente con una delegazione guidata dal ministro dei beni culturali Alberto Bonisoli. Il Forum – organizzato dal Governo della Federazione Russa, dal Ministero della Cultura russo e dalla città di San Pietroburgo – si è svolto dal 15 al 17 novembre e ha facilitato incontri e scambi fra personalità del teatro, dell’opera e del balletto, registi e musicisti, autorità e imprese, esponenti della comunità scientifica.

La manifestazione ha avuto una triplice vocazione: fungere da ampia piattaforma per il business culturale attraendo operatori e specialisti di vari campi; includere molteplici spettacoli per i cittadini e gli ospiti a San Pietroburgo; creare condizioni favorevoli a implementare progetti e a realizzare accordi internazionali di carattere culturale.

«È stato un grande onore essere al Forum di San Pietroburgo per presentare il Macerata Opera Festival insieme a migliaia di persone provenienti da tutto il mondo – afferma Barbara Minghetti – riunite per confrontarsi sulle tematiche della cultura, dell’outreach, della salvaguardia del patrimonio, dell’educazione e per accordarsi su future collaborazioni. Il nostro festival ha riscosso grande interesse per la sua capacità di sintesi di tradizione e capacità produttiva tipicamente italiane, rilievo storico dello Sferisterio e volontà di proporre innovazione attraverso regie, coproduzioni e progetti innovativi realizzati con i giovani. Possiamo affermare che abbia avuto inizio un nuovo percorso di maggiore internazionalizzazione del Macerata Opera Festival».

Alle parole di Barbara Mighetti, si affiancano quelle del sindaco di Macerata, Romano Carancini: «L’occasione al Global Forum della Cultura di San Pietroburgo, presente anche il ministro Bonisoli, ci ha dato l’opportunità di raccontare insieme al Macerata Opera Festival anche una città che apre il cuore e la mente di chi la incontra, rimanendone affascinato. Cuore e mente attraversati da una fortissima identità di giovani presenti grazie ad una tra le più antiche e prestigiose Università europee che forma verso l’Umanesimo ed una Accademia di Belle Arti che cresce talenti creativi provenienti da tutto il mondo. Macerata come micropolitana capace di competere nel Sistema Italia essendo tra le prime 10 città italiane per valore ambientale e tra le 10 finaliste per l’assegnazione del titolo di Capitale della Cultura Italiana 2020. Sia nella sessione dedicata alle Marche che nella conferenza stampa finale, abbiamo raccontato di Macerata e di altre piccole città marchigiane come di un ecosistema di un’Italia diversa, più umana, più accogliente e comunque piena di opportunità di bellezza, qualità e vita. La grande curiosità, anche in Russia e soprattutto in una capitale culturale come San Pietroburgo, verso Macerata, Senigallia e le Marche per quello che siamo e facciamo, conferma che l’internazionalizzazione è la direzione decisiva per farci crescere. Per questo è stato fondamentale anche il lavoro autorevole del console onorario delle Marche in Russia Marco Ginesi e della sua squadra composta da Renato Barchiesi e Natalia Kovaleva che vogliamo ringraziare».

Posted in News | Leave a comment

Macerata Opera 4.0 Concorso per un nuovo progetto di teatro musicale

Pubblicato il bando della seconda edizione del concorso
internazionale Macerata Opera 4.0 per progetti di teatro
musicale contemporaneo
Riservato agli under35 – candidature entro il 31 gennaio 2019

Si rinnova la felice esperienza del 2018 di una produzione di teatro musicale contemporanea, da inserire nella programmazione del Macerata Opera Festival, scelta con un bando e una giuria di esperti internazionali.
L’Associazione Arena Sferisterio, in collaborazione con Opera Europa, RomaEuropa Festival e la Rassegna di Nuova Musica, bandisce quindi la seconda edizione del Concorso Macerata Opera 4.0 / #rossodesiderio per selezionare un progetto di teatro contemporaneo da rappresentare nell’estate 2019 (tra il 15 luglio e l’11 agosto), al Teatro Lauro Rossi o – secondo le esigenze di allestimento – in uno spazio alternativo.
Al Concorso – al quale possono partecipare singoli professionisti, team artistici e associazioni, italiani o stranieri, i cui componenti (tutti) non abbiamo superato i 35 anni al 11 agosto 2019 – sono ammessi progetti originali di ogni forma di teatro musicale (opera, spettacolo di teatro musicale, installazione, performance, progetti audiovisivi, danza, videoart…), riferiti al tema del Macerata Opera Festival 2019: #rossodesiderio. Il progetto, nella forma in cui viene proposto, non deve essere mai stato rappresentato prima. Esso può altresì contenere parti di composizioni, testi o allestimenti preesistenti.
 
«La soddisfazione per il risultato artistico del primo concorso Macerata Opera 4.0– specificano il sovrintendente Luciano Messi e la direttrice artistica Barbara Minghetti – ci ha spinti a proseguire sulla linea tracciata. We can be Waves, il progetto vincitore del 2018, è stata la conferma di quanto sia importante coinvolgere le nuove generazioni in un festival di importante tradizione come il nostro. Un nuovo utilizzo dello spazio scenico, uno spettacolo realmente interdisciplinare, contemporaneo e perfettamente aderente al tema #verdesperanza con un finale di grande speranza, sono state le caratteristiche più significative di We can be Waves esattamente in linea con le richieste del bando. Adesso presentiamo il nuovo bando in attesa di vedere i progetti in gara con una giuria di grande prestigio che comprende, oltre alla presidenza affidata a Giorgio Battistelli, Fabrizio Gisafi direttore artistico di RomaEuropa Festival, Emanuele Masi direttore artistico per Bolzano Danza, Gianluca Gentili direttore artistico della Rassegna di Nuova Musica e Nicholas Payne general manager Opera Europa».
 
Nel triennio 2018-2020, il Macerata Opera Festival presenta una programmazione artistica basata su un progetto dedicato alla città/polis e alla comunità/territorio, e ogni anno sarà associato a un colore e un sentimento. Con il tema 2018 #verdesperanza, anche alla luce dello sciame sismico che nel 2016 ha colpito Macerata e il centro Italia, il Festival ha scandagliato il rapporto delle città con il mondo e la natura, considerando la fragilità dell’uomo di fronte ai cataclismi ma anche la sua corresponsabilità nell’influire spesso negativamente sugli elementi.
Il Festival 2019 si intitola invece  #rossodesiderio: sangue, passione e violenza ma anche energia, cuore e vita, sono le parole e le tematiche che accompagneranno la prossima edizione. Prosegue quindi la volontà di indagare i sentimenti umani attraverso i colori del nostro mondo, affrontando la fisicità e il sentimento passionale, talvolta violento, superabili dalla vitalità positiva: #rossodesiderio sarà anche energia, calore, vitalità, amore.
Sono state scelte in quest’ottica le tre opere in scena allo Sferisterio nel 2019: Carmen, (desiderio/ gelosia) Macbeth (desiderio/potere) e Rigoletto (desiderio/possesso) che seguono il tema anche negli allestimenti.
I progetti per il concorso Macerata Opera 4.0 dovranno quindi sviluppare queste tematiche.
 
Le domande vanno presentate entro le ore 12 del 31 gennaio 2019, via posta o a mano presso l’Associazione Arena Sferisterio (via S. Maria della Porta, 65, 62100 Macerata) o compilando il form online all’indirizzo
http://www.sferisterio.it/progetto-macerata-opera-4-0/
 
Il progetto vincitore sarà individuato da una giuria composta da:
Giorgio Battistelli (presidente), musicista e compositore
Gianluca Gentili, direttore artistico della Rassegna di Nuova Musica
Fabrizio Grifasi, direttore artistico RomaEuropa Festival
Francesco Lanzillotta, direttore musicale del Macerata Opera Festival
Matteo Marziano Graziano, vincitore dell’edizione 2018 con il progetto We can Be Waves
Emanuele Masi, direttore artistico per Bolzano Danza, Teatro Stabile Bolzano
Luciano Messi, sovrintendente del Macerata Opera Festival
Barbara Minghetti, direttrice artistica del Macerata Opera Festival
Stefania Monteverde, assessore alla Cultura, Comune di Macerata
Nicholas Payne, general manager Opera Europa

Per i dettagli http://www.sferisterio.it/progetto-macerata-opera-4-0/

Posted in home, News | Leave a comment

Vota il progetto dei “Cittadini del mondo” per gli International Opera Awards

Voto elettronico per candidare il progetto dei “Cittadini del mondo” del Flauto magico
agli Oscar della lirica

Un invito a tutti i maceratesi e al pubblico dello Sferisterio: sostenere, con un voto elettronico, la candidatura del progetto “Cittadini del mondo” agli International Opera Awards, gli Oscar della lirica istituiti nel 2013 dal magnate britannico Harry Hyman per premiare le eccellenze nel vasto mondo dell’opera.
Per partecipare alla votazione popolare, è necessario compilare il modulo sul sito operaawards.org scrivendo, nella sezione Education & Outreach, “Macerata Opera Festival / Il Flauto magico, 100 citizens”, quindi inserire i propri dati e inviare con il pulsante “Submit”.
I più votati, entrati nel ristretto gruppo delle nomination, saranno poi giudicati e premiati da una giuria di esperti internazionali durante una serata di gala a Londra, nella prossima primavera.
Il progetto dei “Cittadini del mondo” – un gruppo di cittadini di ogni età e provenienza – è stato l’elemento portante della nuova produzione del Flauto magico di Mozart con la regia di Graham Vick che la scorsa estate ha portato la notizia del Macerata Opera Festival in tutto il mondo.
C’è tempo sino alle ore 17 del 5 gennaio 2019.

Posted in home, News | Leave a comment

Si aprono le vendite per l’edizione 2019 #rossodesiderio

Il Macerata Opera Festival si incammina verso l’edizione 2019 aprendo la vendita dei biglietti. Tre le opere in programma – CarmenMacbeth e Rigoletto – per evocare il tema #rossodesiderio con i toni della gelosia, del potere e della possessività.
 
La 55a edizione del festival maceratese si inaugurerà quindi con una nuova produzione del capolavoro di Georges Bizet Carmen che andrà in scena il 19 e 28 luglio e il 3 e 10 agosto: sul podio il direttore musicale Francesco Lanzillotta e la regia affidata a Jacopo Spirei, fra i migliori talenti italiani della generazione dei quarantenni. Spazio poi a due allestimenti di grande successo per due titoli capitali del catalogo di Giuseppe Verdi: Macbeth con la regia di Emma Dante – spettacolo vincitore dell’Angel Herald Award di Edimburgo nel 2017 –, coprodotto dall’Associazione Arena Sferisterio insieme al Teatro Massimo di Palermo e al Regio di Torino, che vedrà sul podio Francesco Ivan Ciampa (20 e 26 luglio; 4 agosto); quindi un riallestimento dell’acclamato Rigoletto andato in scena a Macerata nel 2015 con la rutilante regia di Federico Grazzini e la direzione di Giampaolo Bisanti (21 e 27 luglio, 2 e 9 agosto).
 
I prezzi dei biglietti rimangono invariati, dai 25 euro del settore Giallo ai 150 del settore Platino (200 per la prima del 19 luglio).
Importante novità fra le offerte di biglietteria, la possibilità di acquistare abbonamenti a tre opere – con uno sconto del 20% nei settori Verde o Giallo – o a due opere, con lo sconto del 15% nel settore Platino o Verde.
Confermati gli sconti over65 e anche la formula roulette per gli stessi over 65 e gli under30 che possono comprare il biglietto senza assegnazione di posto a un prezzo fisso di 25 euro e la sera dello spettacolo assegnato viene assegnato il posto migliore disponibile).
Grazie al children partner TreValli i bambini entrano a 1 euro se accompagnati da un adulto.
Fino a Natale – esattamente sino al 23 dicembre –, torna la Macerata Card: mostrando la propria carta di identità, i residenti a Macerata avranno la possibilità di acquistare due biglietti scontati del 20% e potranno diventare anche ambasciatori della città, dando la possibilità a un amico non residente di usufruire di uno sconto del 10% sull’acquisto di due biglietti.
L’ultima recita di Carmen (10 agosto) sarà dedicata al charity partner #rossodesiderio (che verrà annunciato entro l’anno), cui andranno i 2 euro aggiuntivi del biglietto.
 
La vendita è disponibile online e nella biglietteria di Macerata (piazza Mazzini 10), dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, tel. 0733230735 boxoffice@sferisterio.it.

Posted in home, News | Leave a comment

Il Macerata Opera Festival insieme a Cantiereteatri presentano dei nuovi corsi di teatro per bambini e ragazzi

È una delle linee guida della nuova direzione del Macerata Opera Festival: essere attivi non solo nel periodo estivo delle manifestazioni ma arricchire la proposta e il coinvolgimento della città durante l’intero anno.

Da questi presupposti nasce la proposta formulata con l’associazione culturale Cantiereteatri di un nuovo Corso di Teatro per Bambini e Ragazzi a Macerata per il 2018/19.

«Questo nuovo corso – sottolinea Barbara Minghetti, direttrice artistica del Macerata Opera Festival – rappresenta un piccolo passo della volontà di festival di integrarsi sempre più con le attività di formazione e sviluppo culturale della città ed è il segno di una nuova sensibilità verso il mondo dei bambini».

Coordinato da Antonio Mingarelli (regista, diplomato al Piccolo Teatro di Milano, allievo di Luca Ronconi), David Quintili (regista,attore, Laureato in Storia del Teatro) ed Elena Zagaglia (attrice e insegnante di teatro, curatrice di laboratori per ragazzi e bambini, dottore di ricerca in narratologia per l’Universitá di Modena e Reggio Emilia), il Corso è rivolto a tutti i giovanissimi che desiderino affacciarsi per la prima volta al linguaggio del Teatro e alla sua grammatica ed è suddiviso in due laboratori, rivolti a bambini e ragazzi nella fascia di età che va dai 6 ai 13 anni (scuola Primaria 6-10 anni; scuola Secondaria di I grado 11-13).

Il percorso prenderà spunto dal tema scelto per il festival 2018, cioè #rossodesiderio. E proprio al desiderio e alle sue variegate inclinazioni, sarà dedicato il laboratorio rivolto ai più piccoli, che si concluderà durante il Festival estivo dello Sferisterio con il saggio-spettacolo dei bambini, protagonisti in una cornice di prestigio e richiamo.

«L’attività didattica del Corso di Teatro per bambini e ragazzi – spiega Antonio Mingarelli – mira a sviluppare nell’allievo la consapevolezza della propria persona in relazione a sé e all’Altro, attraverso il gioco, l’improvvisazione, l’approfondimento di un testo e di un personaggio teatrale».

«Il teatro è un luogo visibile e invisibile — aggiunge Elena Zazaglia — in cui è possibile divertirsi, vivere e condividere le proprie fantasie. Durante il percorso di laboratorio si esploreranno nuovi codici attraverso i giochi teatrali, in un clima ludico».

Il corso sarà articolato in due percorsi:

1: alfabeti. Acquisizione degli strumenti espressivo-teatrali legati all’utilizzo consapevole del corpo, del rapporto con l’Altro e con il testo da rappresentare.

2: “…tutti in scena!”. Creazione del personaggio, realizzazione e messinscena del saggio finale.

Le lezioni si svolgono a cadenza settimanale presso la Società Filarmonica Drammatica in Via Gramsci 30 (davanti al Cinema Italia).

Periodo del corso: Ottobre 2018-Giugno 2019
per info: Associazione Arena Sferisterio tel. 0733261334 / www.sferisterio.it
Oppure: cantiereteatri@gmail.com oppure www.utovieteatrali.com

Scopri di più

Posted in News | Leave a comment